Licio Gelli: Berlusconi sta tornando

Berlusconi non è al tramonto.
Certo, sarà difficile rivederlo alla guida del Paese o come futuro candidato del centrodestra guidato dal Popolo delle Libertà, ma a garantire per lui, e per le sue prospettiva di rivincita, è qualcuno che lo conosce molto bene. Niente meno che il Maestro Venerabile dei “bei tempi che furono”, quando l’ex premier era ancora “solo” uno degli industriali più potenti d’Italia e portava con sé la tessera 1816 della Loggia P2.

Gelli: Berlusconi sta tornando – “Berlusconi sta preparando un piano per tornare” ha spiegato Licio Gelli, intervenendo al programma radiofonico “La Zanzara” su Radio24.
Dopo questa rivelazione, che per molti suonerà quasi come una minaccia, l’ex Maestro Venerabile si è riservato uno sferzante commento su Mario Monti e il nuovo governo tecnico da lui presieduto.
Il governo tecnico per il momento mi sembra un governo fantasma: – ha spiegato – fanno molti incontri ma non stanno facendo il programma che dovra’ essere attuato. Si stava meglio quando si stava peggio”.
E, in effetti, fra il governo “bianco” e confindustriale odierno e chi, fino a ieri, ha governato il Paese traendo ispirazione da quello che fu il Piano di Rinascita Democratica, Gelli non poteva avere dubbi su chi scegliere.

Berlusconi: parlerò con la Lega – Il Cavaliere, intanto, ridisceso in campo domenica per arringare le folle dei suoi sostenitori contro il pericolo dei “comunisti”, è tornato oggi a parlare della Lega, che aveva replicato gelidamente alle aperture del PdL spiegando che l’alleanza nazionale, in virtù dell’appoggio del partito di Alfano al governo Monti, è finita e seppellita.
“Sento dichiarazioni di questo o di quel personaggio della Lega, che però non sono la Lega – ha spiegato Berlusconi incontrando i cronisti – Io ho avuto Bossi al telefono, mi ha chiamato sempre lui, in tutti questi giorni, quattro o cinque volte. Mi aveva invitato a colazione oggi e domani, e io ho dovuto rinviare la colazione perché sono impegnato sempre e quindi lo vedrò venerdì nel pomeriggio”.
“Faremo di tutto – ha concluso – quando ci saranno delle misure che sono palesemente nell’interesse del Paese affinché anche l’alleato di sempre, che è la Lega, possa concorrere a fare il bene del Paese”.

Mattia Nesti