Un anno senza Mario Monicelli: Il ricordo al Teatro Valle occupato

Monicelli e il cinema antiretorico – Un anno fa moriva suicida, con un gesto estremo di libertà, il regista Mario Monicelli, che ci ha lasciato in eredità più di sessanta capolavori della cinematografia, nei quali ha saputo rappresentare più di ogni altro quella che è stata definita ‘la commedia italiana’, e ci ha permesso di apprezzare e consacrare attori come Monica Vitti, Alberto Sordi, Vittorio Gasmann.?Personaggio indimenticabile della cultura italiana, Monicelli ha raccontato l’Italia degli anni ’60, ’70 e ’80 in maniera magistrale, ed è riuscito lì dove nessun altro è riuscito. In un mondo che costruisce giorno dopo giorno sempre nuovi miti, Mario Monicelli ha saputo portare sul grande schermo un modo di fare cinema antiretorico. Con la sua genialità e il suo occhio irriverente, ha saputo esprimere nelle sue pellicole tutta la sua vocazione smitizzante, facendo protagonisti dei suoi capolavori uomini semplici che appartengono alla quotidianità di ognuno di noi. Mario Monicelli, assieme alla sua affiatata squadra di sceneggiatori, ha saputo partorire per ogni suo film, personaggi che rappresentano dei veri e propri antieroi, creando, sempre controcorrente, dei protagonisti perdenti che vivono una condizione di patetica sproporzione tra le intenzioni e i risultati, ridimensionati però dal tipico umorismo della commedia italiana d’autore.

Celebrazione alla memoria di Monicelli al Teatro Valle – Stasera il Teatro Valle occupato di Roma celebra Mario Monicelli a un anno dalla sua scomparsa, proiettando “L’ultima zingarata – Un funeralone da fargli pigliare un colpo”. Il cortometraggio di Federico Micali e Yuri Parrettini, remake della celebre scena finale del film “Amici Miei”, contiene una delle ultime interviste al  grande maestro.? Alle 21.15 la serata sarà aperta da un coro di madrigalisti che proporrà alcuni brani tratti dalle colonne sonore dei film di Monicelli. Seguirà una serie di contributi video riguardo la sua vita pubblica e privata e la proiezione del suo ultimo lavoro, “Vicino al Colosseo c’è Monti”.??Interverranno alle celebrazioni anche gli amici e collaboratori più stretti di Monicelli: Annetta Antonelli, Marco Cucurnia, Lorenzo Baraldi, Leonardo Baraldi, Luciano Tarquini, Gianna Gissi e Chiara Rapaccini, la compagna di Monicelli, che ha fornito i materiali inediti che saranno proiettati durante la serata. Alla serata sarà presente anche la Brigata Monicelli.

Maria Rosa Tamborrino