Unicredit: riesame annulla maxisequestro da 245 milioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:55

Il sequestro preventivo disposto dalla procura di Milano a seguito dell’inchiesta per presunta frode fiscale del gruppo Unicredit, non avrà luogo. Il Tribunale del Riesame ha deliberato l’annullamento del maxisequestro da 245 milioni di euro. Un sospiro di sollievo per Unicredit, ma il pubblico ministero Alfredo Robledo, evidentemente insoddisfatto della conclusione del procedimento, ha già dichiarato che presenterà ricorso in Cassazione contro quest’ultima decisione. E’ stato il pm Robledo, nello scorso mese di ottobre, a portare a conclusione le indagini che vedevano nel registro degli indagati Alessandro Profumo, ex amministratore delegato di Unicredit, ed altre 19 persone.

Un altro procedimento in corso da tempo vede protagonista Unicredit a causa di presunte irregolarità su risparmi di imposta. E’ la procura di Roma ad indagare su questo caso, motivo per cui, a seguito del procedimento portato avanti dal pm Robledo, ha rivendicato l’intera indagine, appellandosi anche al fatto che la sede legale della banca Unicredit è a Roma. La stessa difesa aveva sollevato in fase di processo questa problematica, sostenendo che i giudici di Milano non fossero i più legittimamente competenti ad occuparsi del caso. Inoltre, sempre secondo la linea portata avanti dalla difesa, c’è da eccepire che in merito al reato specifico di frode fiscale non è valida la legge 231/2001 sulla responsabilità delle aziende.

Il reato di frode fiscale di cui Unicredit è accusata. Secondo le accuse, sotto la vecchia direzione di Alessandro Profumo Unicredit avrebbe commesso irregolarità ai danni del fisco nell’ambito di una serie di operazioni effettuate assieme alla banca inglese Barclays. Nei prossimi giorni vedremo come si svilupperanno i futuri procedimenti giudiziari, ed in particolare le decisioni della Cassazione, prevedibilmente tirate in ballo dal pm Alfredo Robledo.
(Nella foto: il pm Alfredo Robledo)

Sandra Korshenrich

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!