Egitto, prime indiscrezioni sul voto: Ai Fratelli Musulmani il 40% delle preferenze

Ci sarebbe il partito islamico dei Fratelli Musulmani in testa allo scrutinio dei voti per le elezioni parlamentari egiziane. A sostenerlo è stata una fonte anonima riportata dall’agenzia di stampa Reuters.
Ai Fratelli Musulmani sarebbero andati circa il 40% delle preferenze, un risultato che li porterebbe a essere di gran lunga il partito di punta sulla nuova scena politica del paese arabo, in un momento socio-politico senz’altro particolare.
L’Egitto, infatti, nelle giornate di lunedì e martedì, ha dato inizio alla prima delle tre fasi in cui è suddiviso il percorso elettorale per nominare i primi rappresentanti del popolo in Parlamento, da quando è finito il regime del presidente Hosni Mubarak nei primi mesi dell’anno.

Attesa – Per avere, però, un quadro completo della composizione del Parlamento egiziano bisognerà comunque aspettare i primi mesi del 2012. A essere andati al voto, per adesso, sono state soltanto nove delle ventisette province in cui è suddiviso il Paese.
Come ricordato da Reuters, in queste elezioni in palio vi è “un totale di 498 seggi alla Camera bassa“. Di questi, “due terzi verranno distribuiti proporzionalmente secondo le liste di partito, un altro terzo verrà assegnato a singoli eletti“.

Nella foto: il simbolo del partito dei Fratelli Musulmani.

Simone Olivelli