A Eugenio Finardi l’Ambrogino d’Oro

L’Ambrogino d’oro a Eugenio Finardi – La citta’ di Milano il 7 dicembre prossimo, giorno della festa patronale del capoluogo lombardo, conferira’ l’Ambrogino d’Oro a Eugenio Finardi. Una prestigiosa onorificenza per il cantautore milanese di origini italo-americane che giunge a conferma di una carriera che “ha messo la musica e l’arte, al centro della propria vita senza mai dimenticare l’impegno nel sociale e nella solidarietà” – questa la nota con cui la giuria del premio ha insignito il grande cantautore, pietra miliare nel panorama della musica italiana. La carriera della voce di “Extraterrestre” – uno dei suoi più celebri brani – cominciò nel lontano 1975 quando venne messo sotto contratto dalla Cramps di Gianni Sassi, Sergio Albergoni e Franco Mamone, che pubblicò il suo primo album nel 1975: il disco si intitolava “Non gettate alcun oggetto dai finestrini”, album pieno di testi impegnati ed ideologici.  L’Ambrogino d’Oro è un’onorificenza che annualmente il Comune di Milano, per mezzo della sua Giunta, conferisce alle personalità cittadine che maggiormente si siano distinte in ambito medico, scientifico, sociale, artistico e letterario.

Premiazione il giorno di S. Ambrogio – A ricevere il riconoscimento durante la cerimonia in programma il prossimo 7 dicembre ci saranno – tra gli altri – l’ex arcivescovo milanese, il cardinale Dionigi Tettamanzi, premiato con la Gran Medaglia D’Oro, il direttore del Teatro San Babila Gennaro D’Avanzo, il giornalista e scrittore Corrado Stajano e Vera Vigevani, 83 anni, giornalista all’Ansa di Buenos Aires appartenente al movimento delle Madres de Plaza de Mayo.

Maria Rosa Tamborrino