Incendio in appartamento a Pesaro

E’ morta soffocata – L’incendio che ha ucciso una pensionata di 76 anni di Urbania, piccola località in provincia di Pesaro Urbino, si è sviluppato da un corto circuito elettrico, probabilmente dalla presa del televisore. Con la donna abitava il figlio, Giorgio, che è riuscito a correre verso l’esterno dell’abitazione e mettersi in salvo senza però avere la possibilità di aiutare la madre che dormiva in un’altra stanza.

Trovata nel suo letto – Sul posto sono immediatamente giunti i vigili del fuoco e gli uomini del 118, ma quando i pompieri hanno domato le fiamme e sono riusciti a entrare nell’appartamento, la pensionata, Caterina Riminucci, era già morta, soffocata dal fumo e ancora nel letto, senza essere neanche riuscita ad alzarsi, e con lei anche il cane e il gatto.

La causa – Anche se in principio si era pensato all’ennesima tragedia invernale causata da una bombola di gas o dall’impianto di riscaldamento, credendo che l’incendio fosse partito dalla cucina, a seguito dei primi accertamenti non sembrano esserci dubbi che la scintilla che l’ha provocato sia scaturita dalla presa elettrica attaccata al televisore. In ogni caso la procura della Repubblica di Urbino ha deciso di aprire un’inchiesta per accertare senza il minimo dubbio le cause della tragedia.

Marta Lock