European Film Awards: vince la “Melancholia” di Lars Von Trier

Lars Von Trier vince – L’Europa del cinema incorona Lars Von Trier. Il regista danese si è aggiudicato il premio per il miglior film agli European Film Awards, tenutosi a Berlino lo scorso 3 dicembre, con il suo Melancholia, ottenendo la maggioranza dei voti da parte dei 2500 membri dell’European Film Academy. Un vero e proprio riscatto rispetto a Cannes, dove le polemiche sulle dubbie dichiarazioni del regista danese sul nazismo prevalsero sulla qualità della sua pellicola, portando la giuria capitanata da Robert De Niro a escludere di fatto Melancholia dalla corsa alla Palma d’Oro. Il premio per la regia è invece andato a Susanne Bier per il suo In a better world, già premiato al Festival di Roma 2010. Doppietta grossa, dunque, per la Danimarca, mentre l’Italia resta a bocca asciutta. Unica, magra consolazione, il premio per il Miglior Cortometraggio, assegnato a Terry Gilliam per The Wholly Family, ritratto folle di una Napoli antica e moderna al tempo stesso.

Premiati anche Firth e Wenders – Colin Firth continua a mietere successi con l’ammirevole interpretazione del balbuziente Giorgio VI ne Il discorso del Re, mentre il visionario (e tridimensionale) Pina di Wim Wenders – dedicato alla compianta Pina Bausch – si aggiudica il premio come miglior documentario. Un premio speciale onorario è andato a Michel Piccoli, ritrovato quest’anno nell’Habemus Papam di Moretti, mentre il Premio alla Carriera è andato a un gentleman del cinema come Stephen Frears, regista a tuttotondo, ironico e provocatorio. Di seguito tutti i premiati all’edizione 2011 degli European Film Awards.

Miglior film: Melancholia di Lars Von Trier; miglior regista: Susanne Bier per ‘In a Better World’; migliore attrice: Tilda Swinton per ‘We need to talk about Kevin’; migliore attore: Colin Firth per ‘Il discorso del Re’; migliore sceneggiatore: Jean-Pierre Luc Dardenne per ‘Le gamin au velo’; migliore fotografia: Manuel Alberto Claro per ‘Melancholia; migliore produttore: Tariq Anwar per ‘Il discorso del Ré; migliore designer: Jette Lehmann per ‘Melancholia’; migliore compositore: Ludovic Bource per ‘The artist’; migliore scoperta 2011: ‘Adem’ di Hans Van Nuffel; migliore documentario: ‘Pina’ di Win Wenders; miglior film di animazione: ‘Chico & Rita’ di Tono Errando; migliore corto 2011: ‘The wolly family’ di Terry Gilliam; migliore premio alla co-produzione: Mariela Besuievsky; premio alla carriera a Stephen Frears; premio speciale onorario a Michel Piccoli; premio del pubblico al ‘Discorso del Re’.

Roberto Del Bove