Più libri più liberi: la fiera romana dell’editoria festeggia la sua decima edizione

Dal 7 all’11 dicembre a Roma la protagonista sarà la piccola e media editoria. Al Palazzo dei Congressi (zona EUR), infatti, si apre oggi la decima edizione di Più libri più liberi, un evento divenuto ormai un vero e proprio must per gli amanti dei libri e vetrina fra le più prestigiose per imprese ed autori appartenenti a quel vivido sottobosco che è la parte migliori del panorama editoriale italiano.

Dieci anni di successo – Roma, stando alle recenti notizie, è diventata la seconda città in Italia per quando riguarda il mercato dell’editoria. Subito dietro Milano, dunque, ma sopra Torino, che non è poco. Fuori dal blando campanilismo, ciò che c’è da considerare è che proprio nella Capitale si è andato rafforzando un universo, un microcosmo fatto di piccole e medie imprese, autori più o meno noti, insomma un universo assai attivo che trova una delle sue maggiori espressioni proprio in Più libri più liberi, che da ormai dieci anni è diventato un appuntamento fisso nella prima decina di dicembre. Per testimoniare la graduale e inarrestabile importanza che ha assunto questo speciale evento, basta far parlare i numeri. Nel 2002 alla prima edizione, si contarono 30mila visitatori, lo scorso anno si è arrivati a 57mila. Dalle circa 40mila copie vendute il primo anno, nel 2011 si è arrivati a contarne 90mila. Ma è una crescita che va anche oltre i numeri, una crescita che si dimostra nell’interesse, sempre più vivo, che gravita attorno a Più libri più liberi, un interesse che oggi scorre sui social network (oggi su Twitter impazza l’hashtag #piulibri2011) collegando migliaia di utenti e navigatori pronti a confrontarsi, informarsi ed incontrarsi alla fiera di Roma. È il momento delle realtà editoriali più coraggiose e di nicchia, per gli autori esordienti e non, per quei temi che non sempre trovano ampio spazio nelle strutture quotidiane e che invece qui possono essere i protagonisti assoluti per cinque giorni.

411 editori e oltre 300 iniziative – Organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE) con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Provincia e il Comune di Roma, la fiera festeggia il suo decimo compleanno davvero in grande stile, con un corpus di editori ed un programma di eventi davvero allettanti. Saranno infatti 411 le case editrici partecipanti e non mancheranno gli interventi di ospiti, autori e personaggi come Andrea Camilleri, Margherita Hack, Dacia Maraini, Aldo Cazzullo, Concita De Gregorio, Francesca Comencini, Johnny Palomba, Milena Gabanelli, Luca Telese e moltissimi altri. Una fitta serie di incontri in cui si parlerà di libri, editoria, ma anche di riviste, premi, letteratura digitale ed ebook, temi assai caldi che senz’altro accoglieranno l’attenzione di moltissimi avventori. E allora, seguendo proprio lo slogan di quest’anno, Più libri più liberi sembra essere veramente “un paradiso di tentazioni da sfogliare“. Non resta perciò che cedere alla tentazione.

Per ulteriori informazioni e per scaricare il programma visitare http://www.piulibripiuliberi.it/

 


Andrea Camillo