Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Panama, l’ex dittatore Manuel Noriega verrà estradato dalla Francia

CONDIVIDI

Farà ritorno in patria domenica prossima l’ex dittatore di Panama, Manuel Noriega. Ribattezzato dai suoi detrattori con il nomignolo di ‘Faccia d’ananas’, per via del viso pesantemente butterato, Noriega guidò il paese centramericano per buona parte degli anni Ottanta, instaurando un regime dittatoriale che basò il proprio potere sull’intimidazione e la repressione delle voci contrarie.
Noriega salì al potere nel 1983, a seguito di un colpo di stato. In quegli anni, l’ex capo dei servizi segreti panamensi godeva di rapporti privilegiati con gli Stati Uniti, al punto da comparire sul ‘libro-paga’ della Cia negli anni Settanta. L’amicizia con Washington si incrinò a partire dal 1987, a causa dei sospetti circa il coinvolgimento del dittatore nel mercato della droga.
La pressione degli Stati Uniti sul regime Noriega si concretizzò con l’invasione, nel 1989, a cui seguì l’accerchiamento del dittatore che, nel frattempo, aveva trovato riparo nella nunziatura apostolica. L’esercito statunitense ricorse anche alla guerra psicologica, suonando ad altissimo volume musica rock. Noriega si arrese il 3 gennaio 1990.

Arresti domiciliari – Poiché ritenuto colpevole di traffico di droga, Noriega trascorse 21 anni di carcere a Miami, per poi essere trasferito in Francia dove ha scontato altri sei anni.
Adesso Noriega ritornerà a Panama all’età di 77 anni, con ancora diversi anni di pena da passare dietro le sbarre. Ma solo in via ipotetica, perché la legge vigente a Panama prevede che la possibilità, dopo i settanta anni, di ripiegare sugli arresti domiciliari.

Simone Olivelli