Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Russia, Putin accusa: gli USA hanno fomentato le contestazioni

CONDIVIDI

Un segnale nascosto – Il premier Vladimir Putin, dopo le contestazioni dei giorni scorsi, punta il dito sul segretario di stato Hillary Clinton, accusandola di aver “dato un segnale” agli oppositori del Cremlino, che hanno fomentato le proteste. Ribadisce inoltre che centinaia di milioni di dollari in fondi stranieri sono stati usati per influenzare le elezioni. “Siamo obbligati a difendere la nostra sovranità e bisogna pensare a come rafforzare la responsabilità di coloro che adempiono ai compiti degli Stati stranieri per influenzare i processi della politica interna russa” ha detto Putin in un incontro con gli attivisti del suo partito e del Fronte Popolare.

Nel rispetto della legge – Putin si lancia dunque contro le forze dell’opposizione, colpevoli di continuare da quattro giorni la protesta per i presunti brogli, denunciati anche dall’Ocse, nelle elezioni di domenica scorsa, che hanno visto vincitore il suo partito Russia Unita, nonostante un drastico calo di consensi. Il neo eletto premier sostiene la necessità di un dialogo forte con l’opposizione, ma critica “alcuni” organizzatori delle proteste, accusandoli di perseguire “egoisticamente le proprie finalità politiche” invece di pensare al bene comune. Protestare sì, quindi, ma nel rispetto della legge, sottolineando che “nessuno in Russia vuole assistere allo stesso caos che si è registrato in Ucraina o in Kirghizistan”.

APCE: preoccupazioni – L’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa mostra “preoccupazione” per i manifestanti arrestati i in questi quattro giorni di proteste, scesi in piazza per chiedere l’annullamento delle legislative. Anche Francia e Stati Uniti si mostrano preoccupati per la repressione delle proteste. L’APCE chiede il rilascio “immediato” dei manifestanti e la fine degli arresti, adducendo la “mancanza di giustificazioni” per la detenzione dei manifestanti riunitisi con il solo scopo di manifestare pacificamente, nel pieno rispetto dei loro diritti istituzionali.

Simone Pace 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram