Alan Rickman racconta qualche curiosità sul personaggio di Piton

SEVERUS PITON – L’attore Alan Rickman, attualmente impegnato a Broadway nella commedia teatrale Seminar, ha raccontato al sito internet Hitfix qualche dettaglio sulla sua esperienza sul set degli otto film di Harry Potter. In particolare Rickman ha spiegato come ha costruito la sua interpretazione del temuto insegnante di Hogwarts.

J.K. ROWLING – L’attore ha smentito una delle voci più ricorrenti sulla creazione del personaggio di Piton: che la scrittrice J.K. Rowling gli avesse rivelato cosa sarebbe accaduto a Severus prima ancora di scrivere gli ultimi libri, per convincerlo ad accettare il ruolo. “Mi ha dato un minuscolo, piccolo, rimasuglio di un’informazione che mi ha aiutato a pensare che fosse una persona più complicata e che la storia non sarebbe stata lineare come tutti pensavano. Se mi ricordo bene, quando ho girato il primo film aveva scritto solo tre o quattro libri, così nessuno sapeva dove stava andando la storia a parte lei. Ed è stato importante per lei che io sapessi qualcosa, ma mi ha dato solo un piccolo pezzo di informazione per aiutarmi a pensare ad una strada più ambigua“, ha spiegato Alan.

L’IMPORTANZA DEI LIBRI – Rickman ha sempre pensato che Severus fosse un essere umano come tutti e che avesse un senso di protezione nei confronti di Harry, anche se non ne conosceva il motivo.
Molto utili per la costruzione del personaggio sono stati per lui i romanzi che sono stati pubblicati durante la lavorazione dei film tratti dai capitoli precedenti. Rickman ha così potuto leggere i libri successivi al lungometraggio che si stava realizzando sul set per avere più chiari i dettagli della storia e rappresentare al meglio il suo personaggio.
Dopo aver lodato il talento di J.K. Rowling come scrittrice, l’attore britannico ha infine scherzato sul fatto che Piton indossi sempre gli stessi abiti, un dettaglio che gli ha fatto pensare che abbia solo quelli appesi nel proprio armadio.

Beatrice Pagan

Notizie Correlate

Commenta