Home Lifestyle Salute

Allarme protesi al seno: donna muore di cancro in Francia

CONDIVIDI

Allarme per le protesi al seno difettose. E’ allarme in Francia per le migliaia di protesi al seno “difettose”. Una donna francese, Edwige Ligoneche di 53 anni, è infatti morta a causa di un tumore sviluppatosi per il contatto con il silicone del suo seno rifatto. Il prodotto utilizzato era destinato ad usi industriali e non medici, secondo quanto accertato dalle autorità sanitarie francesi. E’ il primo decesso registrato ad un anno di distanza dallo scandalo che aveva denunciato il pericolo di alcune di queste protesi (fabbricate dal 2001) e che aveva messo in allarme 30.000 donne, incriminando l’azienda “Poly implant prothesè” di La Seyne-sur-Mer.

Omicidio colposo, sotto accusa un’azienda francese. Un’inchiesta per omicidio colposo è stata aperta dalla procura di Marsiglia. La donna era residente nel Gers, nel sud della Francia, ed è stata la madre a denunciare ora il suo decesso. E’ morta per le complicazioni di un linfoma al seno che si era infiammato a contatto con la protesi mammaria. La donna era stata operata al seno nel 2005 e di nuovo nel 2006 dopo che la prima protesi si era bucata.

L’80% delle protesi erano esportate all’estero. La frode era venuta a galla nel marzo dell’anno scorso quando l’Afssaps, l’Agenzia francese di sicurezza dei prodotti sanitari, aveva scoperto che le protesi Pip tendevano a scoppiare il doppio delle volte rispetto alle altre e aveva quindi fatto ritirare il prodotto dal mercato. Circa l’80% delle protesi Pip erano esportate all’estero.

Adriana Ruggeri