Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

Made in Italy: Gruppo Gallo punta al total look

0
CONDIVIDI

Alla fine degli anni 90, il gruppo Gallo ha effettuato una scelta strategica di produrre calze coloratissime. In un settore dominato dalla tinta unita, l’effetto è stato prorompente perchè si è passati dall’acquisto per bisogno, dai numeri poco variabili, a quello d’impulso, incuriosendo il cliente e spingendolo a comprare qualcosa di speciale, come una calza colorata dalla più ampia gamma di tinte e tonalità che si possa immaginare. All’inizio la rete vendite non voleva queste novità: quale cliente sarebbe andato in giro o a un evento importante calze a righe o dalle geometrie in technicolor? L’innovazione è stata però accolta da Fiorucci che ha riempito il suo negozio di calze Gallo, che contemporaneamente ha aperto il suo primo negozio monomarca in via Manzoni a Milano.

Anche l’alta qualità del prodotto ha garantito il suo successo, lo stabilimento di Desenzano sul Garda è un polo di eccellenza. Sulle rive del Benaco opera a pieno ritmo un telaio Bentley, fuori produzione da 60 anni, che però permette di realizzare calze impareggiabili, sia dal punto di vista tessile, sia per quanto riguarda i disegni. Per garantire il suo funzionamento per molti anni viene specificatamente addestrato personale e si ha una scorta di pezzi di ricambio provenienti da macchinari analoghi. Questa è stata una strategia vincente per un’azienda che non inventa ma innova, elabora, utilizza.

Oggi Gallo naviga verso un fatturato di 23 milioni di euro nel 2011, realizzato per il 65% da calze, mentre per il resto da maglieria e accessori, dai costumi da bagno all’intimo, fino a giacche ed abiti sartoriali. I negozi monomarca oggi sono 20 nelle principali città italiane e negli aeroporti, qui si studia l’interesse del pubblico anche straniero, attraverso informazioni sull’acquirente, in vista di uno sviluppo del mercato estero, del 10%.