Home Sport Motori

F1, Grosjean pilota titolare Lotus nel 2012

0
CONDIVIDI

F1, Grosjean titolare – Il 2012 è certamente un anno importante per la struttura di Gerard Lopez. Entrato nel circus iridato acquistando i cocci di quello che era il team Renault, capace di vincere due titoli mondiali consecutivi interrompendo il totale dominio della Ferrari, ha sempre dovuto fare i conti con immense difficoltà tecniche ed economiche, riuscendo comunque a togliersi delle grandi soddisfazioni già al primo anno grazie al grande talento e sacrificio di Robert Kubica. L’arrivo della casa Lotus l’anno dopo non ha fatto altro che rinforzare il progetto, anche se lo stop forzato del pilota polacco ha rallentato il tutto, tingendo questa annata di tinte più cupe ed amare. Con l’arrivo di Kimi Raikkonen e il definitivo addio della casa francese dal ruolo di costruttore (rimarrà in F1 solo come motorista), si è aperta un’altra nuova fase sottolineata dall’appiedamento di Vitaly Petrov in favore di Romain Grosjean.

Altra chance – Il russo, grazie alla sua non indifferente dote di sponsor, era una pedina vitale per le sorti della squadra intera tanto da strappare un rinnovo nonostante una prima stagione tutt’altro che esaltante. Questa volta invece i soldi non sono bastati per conservare il sedile e l’arrembante Grosjean, fresco campione del mondo GP2, ha guadagnato una seconda possibilità dopo il pessimo debutto targato 2009: “Sono molto felice di essere stato promosso a pilota titolare del team per la prossima stagione. Mi ritengo molto privilegiato per aver ottenuto questa occasione. Correre accanto ad un campione del mondo sarà sicuramente una grande esperienza e sono convinto che mi aiuterà ad innalzare il livello delle mie prestazioni. L’aver conquistato il titolo della GP2 mi ha fatto maturare molto ed ora mi sento molto più pronto per la Formula 1 rispetto a quando mi ci sono affacciato la prima volta dice il francese.

Nuovo ciclo – A confermare il processo di cambiamento ed evoluzione della squadra è lo stesso Lopez: “Solo una settimana fa avevo detto che la squadra era all’inizio di un nuovo ciclo. L’aver ingaggiato Romain conferma questa intenzione e credo che ci possa essere di grande aiuto per perseguire il nostro obiettivo di tornare al top” D’altronde il marchio automobilistico presente sulla scocca è di quelli importanti e la Lotus è pronta ad investire molto su questo suo nuovo team di F1. “Siamo rimasti molto impressionati dal potenziale che Romain mostrato nelle libere di Abu Dhabi e in Brasile. Siamo convinti di aver messo sotto contratto un ottimo pilota, che ci potrà aiutare nel nostro processo di ricostruzione” Conclude Eric Boullier aggiungendo un ringraziamento “…anche Vitaly Petrov e Bruno Senna per il loro contributo e gli auguro ogni bene per il loro futuro” Le strade si sono definitivamente separate così come gli obbiettivi. La parte difficile arriverà non appena i motori torneranno a rombare.

Riccardo Cangini