Home Anticipazioni

Pagelle Cagliari-Parma: Cossu intraprendente, Palladino fantasma

CONDIVIDI

Pagelle Cagliari-Parma – Zero reti e poche emozioni. La gara fra Cagliari e Parma si chiude 0-0, al termine di 90′ giocati con grande agonismo ma con poche, pochissime idee. Per i sardi il Sant’Elia continua ad essere un tabù (i tre punti mancano da quasi tre mesi) e Ballardini non nasconde i problemi della sua squadra: “Il nostro reparto offensivo ha molti margini di miglioramento. I giocatori che approdano nel nostro campionato, soprattutto se provenienti da altri continenti, spesso hanno bisogno di un po’ di tempo in più per ambientarsi. La partita di oggi non è stata certamente bella, da entrambe le parti gli spazi a disposizione per la manovra offensiva sono stati pochi. L’unica vera occasione della gara è capitata sui piedi di Larrivey. Peccato, ma ci siamo trovati di fronte un Parma molto compatto“. Deluso Colomba, che aveva pregustato i tre punti quando Galloppa ha fallito una clamorosa palla gol al 93′: “Credo che sia stata una chance più unica che rara. Mi dispiace per Daniele che avrebbe potuto coronare una bella gara con quel gol. Peccato per l’infortunio di Giovinco: ha avuto un risentimento muscolare, valuteremo nei prossimi giorni. La gara? Nel primo tempo abbiamo dominato il match. Il Cagliari poi è riuscito ad uscire fuori, ma nell’ultima parte di gara siamo tornati molto bene. Il pareggio credo sia il risultato più giusto, anche se l’ultima occasione lascia un po’ l’amaro in bocca“.

CagliariCossu 6,5: Prima parte così così. L’impegno non manca, ma spesso corre a vuoto. Nella ripresa Ballardini gli dà la sveglia e il trequartista sardo cambia registro, prendendo per mano la squadra: non è un caso che i rossoblù giochino un secondo tempo decisamente migliore. Purtroppo per i sardi, però, gli attaccanti combinano poco ed il gol non arriva. Ekdal 6,5, Nainggolan 6,5, Agazzi 6, Pisano 6, Canini 6, Ariaudo 6, Agostini 6, Biondini 5,5, Ibarbo 5,5, Thiago Ribeiro 5, Perico s.v., Conti s.v., Larrivey 5: Lento ed impacciato fin dai primi minuti, tocca pochi palloni e quei pochi li gestisce male. A cinque minuti dalla fine del primo tempo ha sui piedi una palla d’oro regalatagli da Cossu, ma solo davanti a Mirante calcia sul fondo. Dopo un’ora Ballardini lo cambia con Thiago Ribeiro, ma l’ingresso del brasiliano non migliora le cose (All. Ballardini 5,5).

ParmaFloccari 6,5: “Oggi ha fatto una buona partita, sarà fondamentale per noi nelle prossime gare“, dirà a fine match Colomba. Dopo un mese e mezzo di assenza, l’ex attaccante della Lazio resta in campo per tutti e novanta i minuti, disputando una prova al di sopra delle aspettative. Si vede fin dai primissimi minuti che ha una gran voglia di fare: dopo 6′ ha già impegnato due volte Agazzi. L’infortunio di Giovinco gli complica le cose, ma ha il merito di tenere in piedi da solo l’attacco emiliano. Zaccardo 6,5, Lucarelli 6,5, Biabiany 6,5, Mirante 6, Santacroce 6, Gobbi 6, Morrone 6, Galloppa 5,5, Paletta 5, Valiani 5, Giovinco s.v., Modesto s.v., Palladino 5: Colomba lo manda in campo dopo 20′ al posto dell’infortunato Giovinco, e l’ex attaccante di Juve e Genoa fa di tutto per farlo rimpiangere. Mai uno spunto, mai una giocata di qualità. Capito l’andazzo, ad un quarto d’ora dal termine il tecnico gialloblù lo richiama in panchina, con il risultato di beccarsi gli insulti del giocatore. Che ora rischia una pesante multa dalla società (All. Colomba 6).

Pier Francesco Caracciolo