Home Notizie di Calcio e Calciatori

Serie A, Udinese – Chievo 2-1: bianconeri in vetta per una notte

CONDIVIDI

Serie A, Udinese – Chievo – Approfittando del pareggio del Milan a Bologna l’Udinese si porta in vetta da sola in classifica: 30 punti e un predominio sul campionato che continua, cedendo il passo solo alla Juventus che però domani sera sarà impegnata nel big match di turno contro la Roma. Intanto Guidolin si gode la ritrovata vetta, non più condivisa e in solitaria. La squadra come al solito fa il gioco che il tecnico ha insegnato e rende bene, anche contro un Chievo pericoloso e arrembante.

Formazioni contratte – Di Carlo lancia Dramé, che in settimana sperava di avere più spazio in campo ed è stato accontentato. Guidolin gioca con Ekstrand in difesa. Nei primi venti minuti non si vedono azioni da nessuna parte e per la prima occasione bisogna attendere il 22: Sammarco trova Luciano in area, ma il brasiliano calcia fuori pur essendo in ottima posizione. Poco dopo l’Udinese ci riprova in ripartenza, come suo solito, con Floro Flores, ma sbaglia la diagonale sull’ultimo passaggio e manda l’azione alle ortiche. Al 40′ arriva però il primo sussulto di casa: tocca a Benatia provarci dalla distanza e chiamare Sorrentino in causa. Il primo tempo non regala molto altro, però, e la partita si chiude con le reti inviolate.

Arrivano i goal – Nel secondo tempo la partita si movimenta e arrivano i goal: al 56′ prima e al 60′ poi sono Isla e Di Natale a provarci, ma in entrambe le occasioni sia Dramé che Jokic si immolano a difesa della propria porta. Al 66′ però l’Udinese riesce finalmente ad arrivare in porta: Isla riceve palla sul fondo e trova Di Natale liberissimo sul secondo palo. L’attaccante napoletano colpisce di testa e porta in vantaggio la sua squadra. Bisogna aspettare poi altri 10 minuti per  vedere il raddoppio: angolo di Di Natale dalla destra, Basta interviene in tuffo sulla palla e sigla il 2 a 0. Nell’occasione il serbo subisce un taglio alla zigomo per una gamba alta di Dramé, ma ne esce illeso per sua fortuna. Nel finale è Paloschi, poi, a dare un senso in più alla gara del Chievo: l’attaccante, subentrato da pochi minuti, trova un ottimo tiro all’incrocio dei pali che scavalca Handanovic, fuori posizione. Finisce 2 a 1.

Mario Petillo