Lettini abbronzanti: giovani più a rischio tumori della pelle

Aumenta il rischio di melanoma tra i giovani. Aumentano le probabilità di tumore alla pelle per chi fa uso dei lettini abbronzanti. Un nuovo studio scientifico, realizzato dagli scienziati della Yale School of Public Health a New Haven, nel Connecticut (Usa), ha dimostrato che i giovani che ricorrono ai lettini abbronzanti hanno il 69% di probabilità in più di soffrire di un’insorgenza precoce di carcinomi alle cellule basali (BCC). I risultati sono riportati sul Journal of American Academy of Dermatology.

Evitare l’esposizione e sottoporsi a visite di controllo. A spiegare il legame tra l’uso di lampade abbronzanti e il rischio di insorgenza dei tumori della pelle è Susan T. Mayne, una delle autrici dello studio: “L’incidenza è stata sorprendentemente diffusa nello studio effettuato su giovani pazienti, specialmente nelle donne, che costituiscono il 70 % del campione soggetto ad un’insorgenza precoce del BCC“. Dai risultati dello studio, effettuato su 750 persone di età inferiore ai 40 anni, è emerso che le persone che hanno usato lettini abbronzanti, indipendentemente dal tipo o per quanto tempo, avevano il 74 % in più di probabilità di sviluppare il melanoma, il più aggressivo dei tumori della pelle. Stando ad alcune ricerche recenti, l’uso dei lettini solari nel giro di venti anni è passato dall’1 al 27 %. Per ridurre il rischio di sviluppare un melanoma è necessario seguire le raccomandazioni di sempre dei dermatologi e degli specialisti: corretta esposizione solare, adeguata prevenzione, utilizzo di filtri solaru, assunzione di vitamina D, visite di controllo periodiche dei nei.

Adriana Ruggeri