Sequestro milionario dell’Antimafia di Genova

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:21

6 milioni di euro – E’ questo l’ammontare dei beni confiscati a un 70enne di Massa Carrara e residente a Viareggio, per il sequestro dei quali è stato emesso un provvedimento dal Tribunale di Massa, in ottemperanza al codice antimafia sulla base delle nuove misure da poter adottare in materia di prevenzione patrimoniale. L’operazione è stata condotta dalla Direzione investigativa antimafia di Genova in collaborazione con il centro operativo di Firenze.

Molti appartamenti e terreni – Tra i beni posti sotto sequestro ci sarebbero ben 29 appartamenti e terreni, oltre a un milione di euro costituito da titoli e depositi bancari. Gli investigatori hanno tenuto sotto controllo il tenore di vita e i movimenti bancari del 70enne, effettuando numerosi controlli incrociati, oltre ad aver attentamente esaminato le compravendite immobiliari che ha effettuato negli ultimi anni, più o meno 59 totali, giungendo alla conclusione che poteva trattarsi solo di proventi illeciti.

Era un usuraio – L’ipotesi più probabile alla quale sono giunti gli uomini della Dia, è che le cospicue entrate dell’uomo erano dovute a usura, perciò, applicando il codice antimafia deliberato con D.L. del 6 settembre 2011, hanno eseguito il sequestro, non potendo procedere penalmente nei confronti dell’uomo in quanto raggiunti i termini di prescrizione.

Marta Lock