Serie A, Genoa-Inter 0-1: Nagatomo fa volare i nerazzurri

Genoa-Inter 0-1  – Il recupero dell’11^ giornata di Serie A se lo aggiudica l’Inter, che batte di misura il Genoa in quel di “Marassi” e vola al sesto posto in classifica. Non è ancora una posizione che fa brillare gli occhi dei tifosi nerazzurri ma inizia a dare un senso ad una stagione iniziata sotto una cattiva stella. A regalare la gioia del successo a Ranieri è stato il piccolo Nagatomo, che ha beffato di testa la contraerea ligure. Per Malesani e i suoi resta l’amaro in bocca di una prova giocata discretamente, pensando prima a non prenderle, e di un gol annullato per un fuorigioco millimetrico a Grannqvist sullo 0-0. Da segnalare un malore, in panchina, per il giovane Merchiori del Genoa: grande spavento, ma dovrebbe essere stato un calo di pressione.

L’Inter ci prova – Il Genoa si schiera con un 5-4-1 compattissimo, che non lascia spazi all’Inter, che presenta in campo Poli dall’inizio. Il solido schema proposto da Malesani permette all’Inter di avanzare fino agli ultimi 25 metri ma non di trovare i tempi e gli spazi per la giocata decisiva. Ci vuole un calcio d’angolo per avere un’occasione da gol: Faraoni crossa, Samuel stacca e Frey si salva. Sui rimpalli che ne conseguono, Milito ha la palla giusta ma non riesce a dare forza alla palla e il portiere rossoblu para. Sono gli unici squilli di una prima frazione giocata su ritmi blandi.

Nagatomo di testa – Alvarez al posto di Faraoni è la carta per dare vivacità e provare a spaccare in due la partita. Ma è il Genoa ad avere una grossa occasione. Veloso batte una punizione dal lato corto dell’area, Granqvist insacca e batte Julio Cesar. Il guardalinee, però, segnala un fuorigioco che appare millimetrico e l’urlo si strozza in gola a Malesani e a tutto il popolo genoano. L’Inter si risveglia e, al 67′, passa: Alvarez crossa sul secondo palo, il giapponese Nagatomo si inserisce con i tempi giusti e, di testa, insacca alle spalle di Frey (malconcio a causa di una contrattura). E’ un gol che dà la carica ai nerazzurri, che giocano bene e colpiscono un palo con Alvarez e impensieriscono Frey con Pazzini. Il Genoa dà segnali sono al 90′: Rossi prova la botta dal limite, Nagatomo di testa salva, sulla ribattuta arriva Veloso che costringe Julio Cesar all’intervento salva-risultato che regala all’Inter i 3 punti. E un sesto posto in classifica che fa guardare con ottimismo al futuro.

Edoardo Cozza