Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Strage senegalesi: le iniziative di solidarietà

CONDIVIDI

All’indomani del drammatico gesto del cinquantenne Gianluca Casseri, che in due diversi momenti della giornata ha sparato – nel centro di Firenze – contro alcuni lavoratori senegalesi, uccidendone due, si moltiplicano le iniziative di solidarietà con la comunità senegalese e di denuncia una strage che non può essere derubricata a frutto della “follia” di un singolo.

Fiaccolata e corteo a Firenze – Questa sera, a partire dalle 18.00, si terrà a Firenze in Piazza Dalmazia, luogo dell’omicidio, una fiaccolata organizzata dalla Rete Antirazzista Fiorentina.
“Vogliamo solidarizzare con i cittadini senegalesi e con tutti i migranti. – si legge nella convocazione dell’evento, che su Facebook conta già oltre 1500 adesioni – Vogliamo riconfermare la pienezza dei diritti e della dignità personale e rivendichiamo quella della libertà di circolazione”.
Per sabato, inoltre, la comunità senegalese, di concerto con altre comunità di cittadini immigrati di Firenze e con il sostegno di numerose realtà dell’associazionismo, ha convocato un corteo che attraverserà la città per ricordare le vittime della strage e chiedere diritti e integrazione per tutti.
“Spero che partecipi tutta la città – ha spiegato l’imam Izzedin Elzir, intervenuto ieri per placare gli animi all’improvvisato corteo di senegalesi – anche oggi tanti concittadini hanno condiviso con noi il dolore e la rabbia e non e’ una novità per Firenze e per l’Italia: siamo coesi contro qualsiasi atto di violenza, di fascismo, di nazismo”.

Altri appuntamenti in Toscana – La strage di ieri, per altro, ha scatenato reazioni di solidarietà e sdegno in tutto il territorio toscano.
Questo pomeriggio, a partire dalle 15.00, – come annunciato dal centro culturale “Rebeldia” – a Pisa si terrà una manifestazione organizzata dalla locale comunità senegalese, con un corteo che partirà dalla Stazione Centrale.
A Pistoia, invece, città dove abitava, fino a poche settimane fa, l’assassino Gianluca Casseri, è stato indetto per le 18.00 un presidio nella centrale Piazza del Duomo, di fronte alla Prefettura, per solidarizzare con le comunità straniere e chiedere la chiusura della locale sede dell’associazione di estrema destra CasaPound, di cui Casseri era simpatizzante e frequentatore di diverse iniziative.

M.N.