Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Usa, Obama preoccupato: “Vincere nel 2012 non sarà facile”

CONDIVIDI

Usa, Obama preoccupato. Il 2012 si avvicina, ed il presidente americano Barack Obama fa i conti sui suoi 4 anni alla Casa Bianca. La crisi economica c’è ancora, così come quella nel Medio Oriente, dove le pericolose mine siriane ed iraniane potrebbero saltare da un momento all’altro. Il primo presidente afro-americano nella storia degli Usa deve fare anche i conti con un governo interno a scartamento ridotto, dove i Repubblicani hanno in mano il Senato, e spesso riescono a mettere sotto i Democratici anche alla Camera. Di fronte a questo scenario, ottenere un secondo mandato nel 2012 sarà molto difficile.

“Non sarà un gioco da ragazzi” – Obama ha parlato delle prossime elezioni presidenziali e dell’attuale situazione degli Usa durante un incontro con alcuni donatori, che dovranno finanziare la campagna elettorale 2012. Il presidente statunitense ha descritto ciò che ha fatto sinora, e ciò che dovrà fare da qui in avanti, per rafforzare l’economia di un paese in cui ha ammesso che c’è ancora gente “Senza lavoro e con altissimi debiti sulla casa”. Un compito che Obama potrebbe portare avanti solo in caso di una rielezione nel 2012, che anche lui ritiene difficilissima. L’attuale numero uno della Casa Bianca sa infatti che lo scetticismo nei suoi confronti cresce ogni giorno di più, e che la gente questa volta potrebbe dar fiducia al candidato repubblicano Newt Gingrich, che è in testa nei sondaggi dell’Old Party, e che ha dichiarato di essere favorevole ad un intervento statale, per favorire la ripresa dell’economia statunitense.

Simone Lo Iacono