Home Spettacolo Cinema

Matt Damon critica aspramente Tony Gilroy, ma poi chiede scusa

CONDIVIDI

COMMENTI AVVENTATI – L’attore Matt Damon ha dovuto pubblicamente chiedere scusa dopo aver rilasciato delle dichiarazioni riguardanti il lavoro dello sceneggiatore Tony Gilroy. I commenti di cui si è pentito sono stati pronunciati durante un’intervista rilasciata a GQ.

LA SAGA DI BOURNE – L’attore ha rivelato che Gilroy avrebbe sfruttato l’accordo che aveva con la Universal, in cui si prevedeva che potesse solo scrivere una bozza della sceneggiatura di The Bourne Ultimatum ed essere pagato ugualmente. Damon ha spiegato che questo ha avuto come conseguenza che quella versione fosse “imbarazzante, illegibile” e addirittura in grado di far affossare una carriera. L’attore ha poi proseguito nel suo racconto aggiungendo che non incolpava Gilroy per aver sfruttato la situazione ed aver guadagnato una grande somma di denaro per poco lavoro, ma lo ha fatto commentando in maniera molto esplicita: “Potrei mettere quella sceneggiatura in vendita su eBay e sarebbe finita per lui. E’ terribile. E’ veramente imbarazzante. Ha avuto un’occasione, in pratica, ha preso i suoi soldi e se ne è andato“.

LE SCUSE – Le parole di Damon hanno ancora più peso considerando la sua capacità come sceneggiatore che gli ha fatto conquistare un Oscar per Good Will Hunting.
Matt si è poi reso conto di aver esagerato e ha cercato di rimediare alla situazione contattando l’autore dell’articolo per GQ. Nelle sue scuse l’attore, attualmente protagonista di We Bought a Zoo accanto a Scarlett Johansson, ha spiegato che non avrebbe dovuto dire pubblicamente quello che pensava. Ammettendo di aver tenuto un comportamento scorretto, Damon ha voluto però spiegare che è stato così ferito dalla situazione perché stima moltissimo il talento di Tony Gilroy ed era rimasto deluso dal suo comportamento.

Beatrice Pagan