Camerun, squalifica choc per Eto’o: l’ex-Inter rimarrà fuori per 15 partite

Camerun, squalificato Eto’o – Il feeling tra Samuel Eto’o e la nazionale del suo paese, il Camerun, non è mai sbocciato pienamente. Prima del Mondiale 2010 aveva litigato pubblicamente con Roger Milla, che lo aveva accusato di impegnarsi poco con la maglia dei Leoni Indomabili addosso. Nel giugno scorso aveva deciso di non allenarsi, e di criticare apertamente il selezionatore della nazionale di Yaoundè per alcune decisioni tattiche, da lui ritenute totalmente errate. Ora invece è arrivata una pesante squalifica della Federcalcio camerunese, che porterà l’ex-attaccante dell’Inter a rimanere fuori per 15 partite. Eto’o potrebbe dire addio alle qualificazioni per la Coppa d’Africa 2013 e per il Mondiale 2014, e potrebbe anche non partecipare a queste due importanti manifestazioni calcistiche internazionali.

Eto’o a capo di un ammutinamento – Alla base di questa pesante squalifica, ci sarebbe il comportamento tenuto dall’ex-stella del Barcellona il 15 novembre scorso, quando il Camerun avrebbe dovuto giocare un’amichevole contro l’Algeria. Eto’o avrebbe guidato una rivolta contro la Federcalcio del proprio paese, che non aveva ancora pagato dei premi ai calciatori selezionati. Visto che gli assegni non erano arrivati, Eto’o aveva invitato tutti i suoi compagni di nazionale a non giocare. La nazionale algerina si è offesa, ed ha inviato una maxi-richiesta di risarcimento alla Federcalcio camerunese, per i danni subiti dall’annullamento dell’amichevole. La Fecafoot così ha deciso di squalificare pesantemente Eto’o, e di punire anche il vice-capitano Takang, che rimarrà fermo per 2 partite. Eto’o ha adesso dieci giorni per fare ricorso, ed evitare il maxi-stop forzato.

Simone Lo Iacono