Home Televisione Anticipazioni Tutti Pazzi per amore 3: la crisi di Raoul

Anticipazioni Tutti Pazzi per amore 3: la crisi di Raoul

Domani, martedì 20 dicembre, su Rai 1. I protagonisti di Tutti Pazzi per Amore 3 stanno per tornare con l’undicesima delle tredici puntate. Domani, martedì 20 dicembre, alle ore 21.10 su Rai1, la quotidianità, le storie, gli intrecci dei personaggi saranno raccontati con la cadenza e il ritmo delle 24 ore e scopriremo così cosa è successo il 27 e il 28 dicembre dopo che abbiamo lasciato Emanuele in forte crisi con Viola, Giulio e Stefania che si odiano e Paolo e Laura in cerca di avere un figlio. Cosa succederà?

Martedì 27 dicembre. Emanuele (Brenno Placido) è convito che Viola (Claudia Alfonso) non gli sia stata fedele e la caccia di casa. Intanto Cristina (Nicole Murgia) non capisce il momento difficile che sta attraversando Raoul (Gabriele Rossi). Il disagio del ragazzo è iniziato da qualche tempo e si è ingigantito proprio quando la giovane ha rifiutato di andare a Parigi. Raoul non sa se riuscirà a fare tutti i sacrifici, ha paura, e non sopporta più che si pensi solo a risparmiare e mai a divertirti o a godersi la vita. Giulio (Luca Angeletti) e Stefania (Marina Rocco) dopo essere stati dimessi dall’ospedale si convincono ad avviare le pratiche per il divorzio mentre Paolo (Emilio Solfrizzi) e Laura (Antonia Liskova), sempre intenzionati ad avere un bambino tornano dal medico per farsi prescrivere una cura ricostituente per gli spermatozoi lenti. Il medico, però, gli prescrive anche l’astinenza dal sesso.

Mercoledì 28 dicembre. Laura e Monica (Carlotta Natoli), Rosa (Irene Ferri) e Maya (Francesca Inaudi) devono scegliere il tema per il prossimo numero della rivista, un numero che dovrà scongiurare la chiusura. Cristina, invece, viene a sapere del licenziamento di Raoul e ci rimane parecchio male. Paolo è alle prese con il medico che lo controlla a vista. Fifone e ansioso come è: prima se lo sogna e poi se lo trova in casa.

Nella puntata le canzoni saranno: Uomini soli di Pooh e Eternità di Ornella Vanoni.

Alessandra Solmi