Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Corea del Nord, il dittatore Kim Jong è deceduto

Corea del Nord, il dittatore Kim Jong è deceduto

Pyongyang – Il “caro leader” è morto. Sebbene la notizia sia stata diffusa solo oggi, Kim Jong-il, presidente della Corea del Nord, è deceduto sabato per un infarto miocardico. La dittatura personale del leader, iniziata nel 1994 e interrotta bruscamente sabato all’età di 70 anni, continuerà con il passaggio del potere al figlio terzogenito Kim Jong Um, 28enne, confermando sostanzialmente quello che si sapeva già: quella dei Kim è una dinastia. E, mentre viene diffusa la dichiarazione che dai funerali saranno esclusi i capi di stato esteri,tra questi serpeggia un timore diffuso, per il difficile equilibrio che potrebbe essere infranto dal giovane, inesperto, nuovo leader.

Lutto nazionale – “Sfiancato dal troppo lavoro fisico e mentale”. Sono le parole dell‘annunciatrice del canale nazionale che a mezzogiorno di oggi (ora coreana, le 4 da noi), vestita a lutto e col volto bagnato dalle lacrime ha dato la notizia.  Dopo 17 anni di dittatura, il “caro leader”, quasi un semi-dio per i nord-coreani, succeduto al padre che ha governato per più di quarant’anni, verrà sepolto il 28 dicembre.

Preoccupazione – Il terzogenito Kim Jong Um, che erediterà il potere del padre, formatosi in svizzera e tifoso della pallacanestro, non ha certamente l’esperienza del padre nel controllare una situazione di diffusa povertà della popolazione e grande potere dell’esercito. Il timore di Stati Uniti, Cina e Giappone, corsi ai ripari con la creazione di osservatori atti a monitorare la situazione, è di rivolte sociali, specie dopo gli scontri dei recenti mesi sul confine che divide le due coree.

 

Simone Pace