Home Lifestyle Salute Lo zucchero invecchia la pelle di 2 anni

Lo zucchero invecchia la pelle di 2 anni

Più zucchero e pelle più vecchia. Alti livelli di zucchero nel sangue favoriscono l’invecchiamento precoce della pelle, soprattutto quella del viso. La notizia arriva da uno studio della Leiden University (Olanda) che sostiene che grandi quantità di glucosio possono farci sembrare più vecchi addirittura di 2 anni.

Lo studio olandese. Lo studio, pubblicato sulla rivista Age, è stato condotto su 602 persone, di cui alcuni con livelli di glucosio bassi o medi e altri con quantità molto più alte o affetti da diabete. Un gruppo esterno di 60 persone ha giudicato le fotografie dei volontari e ha stimato l’età percepita. Il risultato è che per ogni 0,18 g/litro in più di zucchero rilevato nel sangue c’è un “invecchiamento” percepito del volto pari a 5 mesi, mentre le persone con livelli di zuccheri normali appaiono più giovani di un anno rispetto a chi ha livelli alti e di un anno e mezzo rispetto a chi soffre di diabete. Questo avviene anche prendendo in considerazione altri fattori che possono influenzare l’invecchiamento come l’età anagrafica, il fumo e le lunghe esposizioni al sole.

Le cause. I ricercatori spiegano il legame tra glicemia alta e pelle meno giovane con alcune ipotesi. La prima è la capacità degli zuccheri di attaccarsi al collagene, proteina che favorisce l’elasticità della pelle, impedendone la funzione. La seconda lega la bassa presenza d’insulina ad un processo di decadimento più accentuato. “Questi risultati sottolineano ulteriormente l’importanza del controllo dei livelli nel sangue per il benessere e la salute della popolazione di mezza età”, ha spiegato Diana van Heemst della Leiden University.

Adriana Ruggeri