Pagelle Genoa-Bologna: bene Pratto e Ramirez, Merkel giornata no

Pagelle Genoa-Bologna – Bologna che esce sconfito per 2-1 dal match contro il Genoa, senza in realtà demeritare. Dubbia la posizione che ha portato al vantaggio di Marco Rossi, sfortunati poi i felsinei in altre occasioni, come il palo di Di Vaio arrivato subito dopo la conquista del pari. Il difensore georgiano, Kaladze, crede che il Genoa abbia meritato in toto la vittoria: “È una vittoria fantastica soprattutto perchè abbiamo giocato bene. Nel primo tempo soprattutto, abbiamo dominato“. Il centrocampista bolognese, Konè, la vede un po’ diversamente: “E’ stata una gara equilibrata: ci è mancata solo un po’ di concentrazione sul secondo gol e questo è stato decisivo”.

GenoaPratto 7: dopo molte prestazioni a livelli non eccelsi, finalmente eccone una convincente. Serve l’assist a Marco Rossi e trasforma in oro quello che Caracciolo gli offre. Lavora moltissimo per i compagni, facendo sempre salire e rifiatare la squadra. Granqvist 6,5; Caracciolo 6,5; Jorquera 6,5; Rossi 6,5; Frey 6,5; Mesto 6,5; Kaladze 6; Moretti 6; Veloso 6; Constant 6; Zè Eduardo 6; Jankovic 5,5; Merkel 5,5: in giovane tedesco incappa in una giornata tutt’altro che memorabile. Il piede c’è, la fantasia anche, ma, a differenza delle scorse partite, è mancata quella concretezza che in questi match serve come il pane.

BolognaRamirez 7: se il Bologna rimane a galla buona parte del merito è suo. Segna un goal nel secondo tempo, ne sfiora un altro nel primo. Con grande personalità chiede sempre il pallone fra i piedi. Promosso. Gillet 6,5; Mudingayi 6,5; Pulzetti 6,5; Di Vaio 6,5; Gimenez 6,5; Portanova 6; Crespo 6; Cherubin 6; Konè 6; Casarini 6; Acquafresca s.v.; Raggi 5,5; Diamanti 5,5: l’ex Livorno non brilla come ultimamente gli riusciva. E’ verò, calcia la punizione che Di Vaio trasforma in assist per Ramirez. Il punto è che si ferma li e per uno con le sue qualità tecniche, il compitino non è sufficiente.

Alberto Ducci