Pagelle Juventus-Novara: Pepe indomabile, Gemiti confuso

Pagelle Juventus-Novara – La Juventus si riprende la testa della classifica. La squadra di Conte batte il Novara 2-0 e si impone nell’insolito derby piemontese grazie ad un gol per tempo. Vantaggio dopo appena 4′ con Pepe, bravo a sfruttare un cross basso di De Ceglie. Raddoppio a metà ripresa merito di Quagliarella, che infila di testa su azione d’angolo. A fine gara Antonio Conte è soddisfatto: “L’aspetto positivo di questa gara è che abbiamo creato davvero tanto, quello negativo è che abbiamo lasciato in bilico il risultato fino alla fine e questo non va bene per le coronarie mie e dei tifosi. Dobbiamo essere più concreti in fase realizzativa. Buffon? E’ uno dei portieri più forti al mondo e oggi ha giustificato lo stipendio che prende. Quagliarella? É un giocatore importante per noi. A me tocca fare delle scelte tecniche e ora lui sta bene e merita una maglia da titolare“. Deluso invece Tesser, che non ha avuto le risposte che voleva dalla sua squadra: “Dopo tre minuti abbiamo preso un gol evitabile e da lì la gara s’è messa in salita. Nel primo tempo le cose non sono andate bene, nella ripresa si è visto un altro Novara e abbiamo avuto anche le occasioni per pareggiare, ma Buffon è stato molto bravo a intercettare il colpo di testa di Rubino. Ora dobbiamo concentrarci per la sfida di mercoledì contro il Palermo. Mercato? Mi sono confrontato con la società, a gennaio arriveranno due/tre rinforzi“.

JuventusPepe 7: Dopo appena 4′ si inserisce sul secondo palo, sfrutta il cross di De Ceglie e segna il gol del vantaggio, il quinto in questa splendida prima parte di stagione. Corre come un matto sulla corsia di destra (e per una parte di primo tempo su quella sinistra), sfiorando in un paio di occasioni la seconda rete personale. Dal suo piede parte anche il cross che Quagliarella sfrutta per segnare il raddoppio. Nel finale di gara centra anche un palo da posizione defilata. Certo, la lucidità non è la sua qualità migliore (incredibile l’errore nell’assist a Del Piero quando ancora si era sull’1-0), ma non si può avere tutto. Quagliarella 6,5, Buffon 6,5, De Ceglie 6,5, Giaccherini 6,5, Lichtsteiner 6, Barzagli 6, Chiellini 6, Marchisio 6, Pirlo 6, Del Piero 6, Pazienza s.v., Matri s.v., Estigarribia 5,5: In una gara in cui nessuno dei protagonisti in maglia rosa shocking delude le attese, l’unica parziale delusione è rappresentata dal paraguaiano. In campo nell’ultima mezz’ora al posto di Del Piero, l’esterno mancino appare un po’ molle, più preoccupato di fare la giocata ad effetto che di dare un contributo di sostanza alla squadra. Piccolo passo indietro rispetto alle ultime esibizioni (All. Conte 7).

NovaraUjkani 7: Se scovare il peggiore della Juve è impresa difficile, trovare il migliore degli ospiti è fin troppo agevole. Il numero uno del Novara è costretto agli straordinari fin dai primissimi minuti, quando deve respingere una conclusione ravvicinata di Marchisio. Bravissimo in uscita bassa su Giaccherini lanciato a rete, salva due volte sullo stesso centrocampista ex Cesena e su Del Piero. Se il risultato rimane in bilico fino a metà ripresa è molto merito suo. Rigoni 6, Morganella 5,5, Paci 5,5, Porcari 5,5, Radovanovic 5,5, Rubino 5,5, Meggiorini 5,5, Centurioni 5, Ludi 5, Marianini 5, Mazzarani s.v., Dellafiore s.v., Gemiti 4,5: Parte malissimo, dimenticandosi Pepe nell’azione del primo gol bianconero. Ma la sua prestazione negativa non si risolve certamente sul vantaggio bianconero. L’esterno nato in Germania va in confusione ogni volta che viene puntato da Pepe, che infatti lo salta con irrisoria facilità. A differenza di Morganella, che dalla parte opposta ogni tanto si sgancia, non riesce a farsi vedere neanche in fase di spinta (All. Tesser 5).

Pier Francesco Caracciolo