Home Notizie di Calcio e Calciatori Serie A, Napoli-Roma 1-3: giallorossi corsari al San Paolo

Serie A, Napoli-Roma 1-3: giallorossi corsari al San Paolo

Napoli-Roma 1-3 – Finisce 3-1 per gli ospiti il posticipo del San Paolo tra il Napoli e la Roma. Prima rete siglata dai capitolini con Lamela dopo soli 2′ di gioco con la decisiva complicità di De Sanctis che mette alle proprie spalle. Seguono nella ripresa le marcature di Osvaldo, Hamsik e Simplicio che fissano il punteggio finale. Giallorossi che ritrovano quindi la vittoria e agganciano in classifica proprio i partenopei a quota 21 punti tornando in corsa per la zona europea ed approfittano anche del mezzo passo falso di Lazio e Udinese che non vanno oltre il pari nella gara dell’Olimpico.

Lamela fortunato – Nessuna novità per entrambe le formazioni al fischio d’inizio dell’arbitro Celi. Parte subito forte la Roma che dopo 2′ si ritrova inaspettatamente in vantaggio. Lamela vince sull’out sinistro un contrasto su Campagnaro, vola via a Cannavaro e mette la palla al centro che sembrerebbe innocua. De Sanctis però sbaglia completamente l’intervento e si lascia scivolare la sfera che si insacca alle sue spalle. Doccia fredda al San Paolo dopo neanche 120″ di gioco. Il Napoli prova subito a reagire con Hamsik che a porta vuota e a due passi dal gol spara incredibilmente alto. Nella parte centrale è il turno di Maggio che viene deviato ottimamente da Stekelnburg in angolo. Subito dopo è Lavezzi che ci prova ma il suo tiro dal vertice dell’area di rigore si stampa sul palo. Sul finire del primo tempo si rifanno vivi i giallorossi con Osvaldo che si divora un gol a tu per tu con il portiere avversario. Poco dopo è ancora Lamela a rendersi pericoloso colpendo un clamoroso palo prima dell’intervallo. 0-1 alla fine dei primi 45′ di gioco.

Simplicio chiude i conti – Ripresa che vede il Napoli reagire immediatamente all’handicap del primo tempo. Passano 3′ e dagli sviluppi di un corner Cavani mette in rete dopo il preciso colpo di testa di Maggio, ma l’arbitro annulla inspegabilmente. Sugli sviluppi dell’azione successiva Lavezzi si fa male cercando un allungo e viene sostituito da Pandev. Il Napoli continua ad attaccare ma lascia inevitabilmente spazi aperti alla Roma che sigla il 2-0 con Osvaldo imbeccato perfettamente da un cross di Totti. I padroni di casa però non demordono e a circa 10′ dalla fine trovano il gol con Hamsik che si fa perdonare dell’errore precedente. Caricano a testa bassa gli azzurri che comunque non riescono a sfondare il muro giallorosso e allo scoccare del 90′, ancora grazie ad una decisiva deviazione la Roma trova il definitivo 1-3 grazie ad un tiro da fuori di Simplicio. Dopo 5′ di recupero Celi fischia la fine delle ostilità.

Giuseppe Carotenuto