Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Profumo riabilita il concorso per la scuola pubblica

Profumo riabilita il concorso per la scuola pubblica

Anno nuovo, concorso nuovo. E’ questa la promessa scandita ieri, in un incontro a Savona, dal ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, che ha annunciato di voler bandire un concorso per la scuola pubblica. L’iniziativa potrebbe riguardare circa 300 mila aspiranti insegnanti (tra scuole elementari, medie e superiori), che lo stesso ministro ha intenzione di coinvolgere, con la speranza di “svecchiare” la scuola italiana.

Al via concorso per insegnanti – “Dobbiamo farlo al più presto. Da 13 anni non ci sono più concorsi pubblici. Voglio riaprire la scuola ai docenti giovani ed evitare di bloccare una generazione di neolaureati che oggi non ha alcuna possibilità di ottenere una cattedra: questo è senz’altro un tema su cui bisogna lavorare”. A dichiararlo ieri è stato il nuovo responsabile dell’Istruzione, Francesco Profumo, che ha annunciato di voler “riabilitare” il concorso a cattedra per insegnanti della scuola pubblica dopo uno stop durato oltre un decennio.

Trecentomila candidati – Il concorso – che dovrebbe essere bandito nel corso del 2012 – potrebbe interessare circa 300 mila persone, tra coloro che sono inseriti nelle graduatorie ad esaurimento (circa 240 mila), coloro che hanno ottenuto l’abilitazione dalle Scuole di specializzazione universitaria (circa 30 mila) e coloro che si apprestano a iniziare i Tirocini di formazione attiva (altri 30 mila circa). Un esercito di candidati, che dovranno competere per l’assegnazione di circa 20-25 mila posti all’anno.

Maria Saporito