Sara Tommasi ammette: Mi spoglio per soldi e notorietà

Sara Tommasi: I calendari non servono più – Prima il siparietto sexy in gonna e camicetta bianca aperta di proposito su un reggiseno di pizzo (nella photogallery in basso le immagini) con cui ha voluto prendere di mira la Manovra del presidente del Consiglio Mario Monti, poi i baci a dir poco selvaggi scambiati in discoteca col conte Alessandro Verga Ruffoni Menon, suo nuovo fidanzato. Oggi torniamo a parlare di Sara Tommasi per le sue ultime dichiarazioni rese in un’intervista a Panorama. La novella “eroina” della lotta al signoraggio bancario a suon di tette e cosce al vento, con un passato da sexy protagonista del calendario Max 2007 (la photogallery in basso vi rinfrescherà  la memoria), dichiara oggi che i calendari non servono più perché gli italiani hanno smesso di sognare.

‘Mi spoglio per soldi e notorietà ‘ – Era il 2007 quando la la bella soubrette ternana si mostrò senza veli al grande pubblico, passando da semplice schedina a sogno erotico di tanti maschietti. Il calendario valse alla Tommasi ben 50mila euro, ma – sottolinea Sara – quella era un’epoca diversa, “fatta di lustrini e paillettes ma soprattutto di tanti soldi”. Ora – spiega – “gli italiani hanno perso la voglia di guardare”, i soldi sono “molti di meno e i calendari in allegato alle riviste sembrano ormai solo un bel ricordo, soppiantati dalla potenza di internet”. A chi le chiede come mai, allora, continui a spogliarsi in pubblico, mostrando lato A e lato B al fianco di Scilipoti Marra, Sara risponde prontamente e senza pudore: “Lo faccio sempre per lo stesso motivo: per soldi e notorietà”. 

Foto – Non ci resta che gustarci, nella photogallery in basso, una ricca carrellata di vecchi e nuovi nudi della bella Sara, dal calendario Max alla protesta in autoreggenti contro le banche.


Comments are closed.