Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Altri 111 civili uccisi in Siria: In arrivo gli ispettori

Altri 111 civili uccisi in Siria: In arrivo gli ispettori

111 uccisi in Siria – Continuano ad aumentare le vittime degli scontri in Siria. Lo scorso martedì sono stati uccisi almeno 111 civili nella regione dell’Idleb, nel nordest della Siria. Le forse di sicurezza siriane a Kafruied continuano a usare la violenza e a fare vittime negli scontri contro gli oppositori del presidente Assad. La degione dell’Idlib, che è vicino alla frontiera settentrionale con la Turchia, è stata preda di violentissimi scontri. La situazione sembra peggiorare sempre di più: si tratta del più grave bilancio dallo scorso luglio, quando ad Hama vennero uccise 139 persone.

In arrivo gli ispettori della Lega Araba –La denuncia arriva dall’Osservatorio siriano dei diritti umani, che martedì sera ha informato di temere un massacro nel villaggio e ha parlato di 37 morti civili e almeno 100 caduti tra i soldati disertori. Secondo le Nazioni Unite, dal marzo scorso sono 5.000 le persone uccise per reprimere le proteste dei manifestanti contro il regime. Il segretario generale della Lega, Nabil Elaraby ha assicurato che giovedì arriveranno in Siria dei primi ispettori della Lega Araba per porre fine a questi lunghi nove mesi segnati da spargimenti di sangue. Altri 150 osservatori sono invece attesi entro fine mese. Gli attivisti sono però scettici sul reale rispetto da parte della Siria e di Assad degli accordi presi con la Lega Araba, perché una tale mossa rafforzerebbe gli oppositori al regime.

 

Michela Santini