Bersani difende l’articolo 18: Roba da matti toccarlo ora

Bersani contro l’ipotesi di modifica dell’art 18 – Il segretario del Partito Democratico precisa che un’ipotesi d’intervento sull’articolo 18 sarebbe assolutamente da scongiurare.
E’ roba da matti toccarlo”, dice Bersani, “il governo, aggiunge, lo capirà, lo dovrà capire, altrimenti…”.
Le parole di Bersani non sono solo un avvertimento al governo e in particolar modo al Ministro Fornero, le cui parole hanno acceso un forte dibattito con i sindacati, ma con gli stessi parlamentari del Pd, alcuni dei quali potenzialmente favorevoli a qualche intervento sull’articolo 18.
Pietro Ichino, infatti, ha ricordato che “non si tratta di togliere diritti a chi un lavoro già ce l’ha, ma di garantire a chi è fuori dal mercato del lavoro, da qui in avanti, un diritto del lavoro capace di coniugare la massima flessibilità per le aziende, con il massimo possibile di sicurezza economica e professionale“.

Il plauso di Sel e Idv – Parole di apprezzamento per quanto detto da Bersani, arrivano sia dal partito di Vendola che da quello di Di Pietro: “Finalmente si alza una voce chiara dal Pd: speriamo sia la linea definitiva. La modifica dell’articolo 18 creerebbe un inutile e dannoso conflitto tra lavoratori e impresa quando è invece necessario approntare misure condivise per la crescita“, dice Maurizio Zipponi dell’Idv.
Secondo Nichi Vendolaè assolutamente fondamentale definire le soglie invalicabili dal punto di vista della civiltà democratica di questo Paese e l’idea che un governo tecnico possa squassare i pezzi pregiati delle conquiste che il movimento operaio ha realizzato nel corso di una storia lunga un secolo, è politicamente irricevibile. E quindi sono molto contento che Bersani abbia posto i paletti ad una discussione, che al contrario di quello che pensa il ministro Fornero, ha bisogno di molti paletti, molti paletti“.

Schifani: Necessario dialogo – Sul dibattito è intervenuto anche il presidente del Senato, Schifani, preoccupato dall’inasprirsi dei toni tra governo, partiti e parti sociali sull’argomento: “Voglio sperare che sull’articolo 18, si possa intervenire con un ddl organico, garantendo, naturalmente, un canale privilegiato ma senza ricorrere alla decretazione d’urgenza, proprio per evitare uno scontro sociale che non vuole il Parlamento, né certamente vuole il governo. Siamo pronti ad assumerci le nostre responsabilità perché, mai come ora, il Paese ha bisogno di coesione politica e sociale. Quindi è necessario un rapporto organico, sereno, costruttivo e responsabile tra istituzioni, governo e parti sociali che devono dare una mano al Paese in questo momento“.

matteo oliviero