Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Centrale di Fukushima smantellata in 40 anni

Centrale di Fukushima smantellata in 40 anni

Smantellata la centrale di Fukushima – La centrale danneggiata dal violento sisma e dal successivo tsunami lo scorso marzo a Fukushima dovrà essere smantellata. Il governo giapponese e Tepco, il gestore della struttura, prevedono che i reattori saranno definitivamente fuori uso solo fra 30 o 40 anni. Questo afferma la bozza diffusa del piano generale a riguardo della messa in sicurezza dell’impianto disastrano, che verrà reso ufficiale  tra pochi giorni. “Dobbiamo effettuare questi lavori evitando di generare nuovi rischi”, ha insistito il ministro dell’Industria, Yukio Edano. Parallelamente al progressivo smantellamento della centrale, situata nel Nord-est dell’arcipelago, le autorità giapponesi dovranno decontaminare l’area circostante all’impianto danneggiato.

Tappe dei lavori – In questi 40 anni previsti, il calendario per lo smantellamento della centrale prevede diverse tappe. La rimozione delle barre di carburante e del combustibile utilizzato dalle piscine di raffreddamento dovrebbe cominciare entro due anni e durare dieci anni, periodo durante il quale saranno riconsiderati i sistemi di raffreddamento per i reattori e le piscine. Saranno invece necessari più di due decenni solo per recuperare il combustibile nucleare parzialmente fuso dei reattori 1, 2 e 3. E’ un periodo molto più lungo rispetto allo smantellamento della centrale di Tokai, i lavori richiederanno più del doppio di quanto richiesto in passato, questo perché ci sono delle complicazioni dovute alla diffusione delle radiazioni.

Michela Santini