Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia Con il nuovo passaporto il venture capital ha forti possibilità

Con il nuovo passaporto il venture capital ha forti possibilità

Verso un passaporto made in Europe – Per trovare investitori nei 27 Paesi europei e dare così ossigeno finanziario a un numero crescente di start up promettenti nel settore del venture capital, è in programma un passaporto europeo per gli operatori e un ventaglio di nuove regole per dare slancio a un settore che, a detta di Bruxelles, ha un alto potenziale.

Evca – I dati più recenti elaborati dall’Evca (l’associazione europea per il venture capital e il private equity) lo confermano e fotografano un mercato di dimensioni ancora contenute: nel 2010 sono stati investiti 3,5 miliardi di euro in capitale di rischio a sostegno delle prime fasi di vita delle imprese.

La creazione di un vero mercato europeo per il venture capital, che faciliti il ricorso ai capitali di rischio per le Pmi è uno dei pilastri della nuova strategia di Bruxelles per facilitare l’accesso alle risorse finanziarie. Questa è una priorità se vogliamo davvero far partire l’economia con piccole e medie imprese in grado di esprimere a pieno la loro potenzialità creativa e competere nell’area mondiale.

L’Evca applaude alle nuove regole e ai suoi potenziali effetti positivi per le Pmi europee. “E’ essenziale che Europarlamento e Consiglio Ue nel loro iter di approvazione assicurino il rispetto di tutti i requisiti necessari per il passaporto europeo e che diano un via libero rapido alle nuove misure” dice il presidente dell’Associazione, Karsten Langer.