Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

Con il nuovo passaporto il venture capital ha forti possibilità

CONDIVIDI

Verso un passaporto made in Europe – Per trovare investitori nei 27 Paesi europei e dare così ossigeno finanziario a un numero crescente di start up promettenti nel settore del venture capital, è in programma un passaporto europeo per gli operatori e un ventaglio di nuove regole per dare slancio a un settore che, a detta di Bruxelles, ha un alto potenziale.

Evca – I dati più recenti elaborati dall’Evca (l’associazione europea per il venture capital e il private equity) lo confermano e fotografano un mercato di dimensioni ancora contenute: nel 2010 sono stati investiti 3,5 miliardi di euro in capitale di rischio a sostegno delle prime fasi di vita delle imprese.

La creazione di un vero mercato europeo per il venture capital, che faciliti il ricorso ai capitali di rischio per le Pmi è uno dei pilastri della nuova strategia di Bruxelles per facilitare l’accesso alle risorse finanziarie. Questa è una priorità se vogliamo davvero far partire l’economia con piccole e medie imprese in grado di esprimere a pieno la loro potenzialità creativa e competere nell’area mondiale.

L’Evca applaude alle nuove regole e ai suoi potenziali effetti positivi per le Pmi europee. “E’ essenziale che Europarlamento e Consiglio Ue nel loro iter di approvazione assicurino il rispetto di tutti i requisiti necessari per il passaporto europeo e che diano un via libero rapido alle nuove misure” dice il presidente dell’Associazione, Karsten Langer.