Natale in tavola, Emilia Romagna: l’anguilla in umido

Natale in tavola, Emilia Romagna: Anguilla in umido – La sera della Vigilia, come la migliore tradizione natalizia comanda, in Emilia Romagna si prepara una grande cena di magro. A tal proposito si mangiano solo cibi i cui ingredienti siano verdure o pesce. Tutto ciò accade, anche e soprattutto se si abita a Comacchio, in provincia di Ferrara, ossia il luogo originario dell’Anguilla in umido.

Ingredienti e costi – Per preparare in modo ottimale il nostro piatto, occorre disporre di: 1 anguilla di circa 1 kg, 1 spicchio di aglio, 6 pomodori a grappolo maturi, 1 cipolla, 1 gambo di sedano, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 foglia di alloro e 1 di salvia, aceto, farina, pepe, sale, burro, olio extravergine d’oliva e alcune fette di pane rigorosamente casereccio. Il piatto proposto non ha un costo eccessivo, in quanto la cosa che potrebbe pesare di più sulle vostre tasche è il pesce che, in questo caso, è comperabile a soli 15-20 €.

Preparazione – Per cominciare occorre togliere la pelle e le interiora all’anguilla, sciacquarla sotto l’acqua corrente e tagliarla a tocchetti di 10 cm circa. Dopo di che mettete i pezzi tagliati dentro ad una ciotola, aggiuggendo un’abbondante dose di aceto. Lasciate riposare il pesce per dieci minuti, scolatelo e asciugatelo con della carta da cucina. In un tegame di coccio, nel frattempo, soffriggete nell’olio e nel burro la cipolla e il sedano tritati. Una volta rosolati, aggiungete l’anguilla infarinata e, continuando a farli rosolare, mettete dentro anche un cucchiaio di aceto. Nel momento in cui l’aceto si restringe, versate i pomodori – precedentemente spellati e privati dei semi – e lasciate cuocere il tutto per mezz’ora. Infine, aggiungete una manciata di di prezzemolo, aglio, salvia e alloro tritati. Dopo qualche minuto sarà possibile servire la vostra “Anguilla in umido”, contornata dal pane abbrustolito.

Valentina Aiuto