Serie A, Cagliari-Milan 0-2: i rossoneri passano facilmente al Sant’Elia

Cagliari-Milan 0-2. Il Milan termina il suo anno calcistico così come lo aveva iniziato. Al Sant’Elia di Cagliari è arrivata un’altra vittoria, così come era accaduto nella prima gara del 2011, giocata proprio in Sardegna nella scorsa Epifania. I rossoneri questa volta hanno vinto per 2-0: le reti che hanno deciso il match sono arrivate al 3’, quando Pisano ha sfortunatamente insaccato un tiro-cross di Robinho, ed al 60’ con Ibrahimovic. La squadra di Allegri è balzata nuovamente in testa, ed aspetta il responso da Udinese-Juve di oggi, per sapere se inizierà il 2012 da prima in classifica o no.

Cagliari abbastanza sfortunato – Cagliari e Milan si sono affrontati sotto una pioggia davvero fastidiosa. La formazione isolana ha cercato il gol con Thiago Ribeiro (palo al 2’) e con Ekdal, ma si è fatta trafiggere dai rossoneri alla prima azione utile: al 3’ c’è stato infatti uno scambio tra Ibra e Robinho, che ha dribblato Agazzi, mettendo in mezzo un pallone invitante per Nocerino, che ha spinto Pisano a commettere un clamoroso autogol. Sotto di un gol, il Cagliari ha cercato di farsi sotto per pareggiare, ma ha sbattuto contro un Milan molto ordinato e davvero ben messo in campo.

Ibra chiude i giochi – Nella ripresa s’è assistito alla stessa solfa vista durante la prima frazione di gioco. Il Cagliari ha cercato di attaccare a testa bassa per pareggiare, mentre il Milan ha amministrato con sufficienza il match. La formazione di Ballardini ha provato a riaprire la gara con Ibarbo, ma poi ha tremato su una conclusione in area di Aquilani (ben parata da Agazzi, ndr), ed infine s’è arresa alla rete di Ibrahimovic, arrivata al 60’. Da lì in poi si è assistito allo stucchevole possesso palla rossonero, che ha pilotato il Milan verso la decima vittoria in campionato.

Simone Lo Iacono