L’ateismo mistico della Corea: Il culto dei Kim

Ateismo mistico – Alcuni lo chiamano “ateismo mistico”, da altri viene bollato come “finto cordoglio” dovuto a una sorta di lavaggio del cervello della propaganda. Nonostante questo il culto della famiglia Kim è una vera e propria religione nazionale che almeno in forma ufficiale, liquida invece come superstizione ogni tipo di confessione. Lo testimoniano i 10 giorni di lutto della Nazione, la commozione e le lacrime di un’intera popolazione e il culto per le sacre reliquie, che inizierà una volta imbalsamata la salma di Kim per essere onorata dai posteri.

Sacra Famiglia nord-coreana – Questo culto dei Kim può essere interpretata come parte di un’altra religione: quella dell’Idea Juche (autarchia) che è l’ideologia fondamentale de il principio guida della Corea del nord. L’Idea Juche governa completamente la vita dei cittadini nord-coreani. Nella Costituzione, viene detta “una prospettiva mondiale che ha al proprio centro il popolo, un’ideologia rivoluzionaria per raggiungere l’indipendenza delle masse popolari”. Questa ideologia guida è quindi in parte un concetto politico, ma è prima di tutto una fede mistica. Infatti, dal progenitore della famiglia Kim, Kim Il Sung, nasce la stirpe che diede origine alla Chiesa riformata protestante, una sorta di “Sacra famiglia” nord-coreana, unita non dallo Spirito Santo ma dall’Idea Juche.

Michela Santini