Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Missili dall’Usa alla Corea: Accordi segreti o traffico illegale di armi?

Missili dall’Usa alla Corea: Accordi segreti o traffico illegale di armi?

Missili americani per la Corea – E’ un mistero quello della nave “Thor Liberty”: Conteneva una grande quantità di armi non autorizzate ma non è chiara né la loro origine, né la loro destinazione finale. Il mercantile, che nelle carte diceva di contenere fuochi d’artificio, è stato fermato e perquisito nel porto di Kotka, nel sud della Finlandia. Invece che fuochi d’artificio sono stati trovate 160 tonnellate di e ben 69 missili anti-aerei Patriot, di produzione americana. Le autorità doganali indagano sulla meta delle armi, ipotizzando che potesse essere la Corea del sud, non escludendo che i missili dovessero essere scaricati durante il viaggio per la Cina. La “Thor Liberty” era arrivata allo scalo tedesco di Eden il 13 dicembre, avrebbe preso a bordo altro materiale, ed era ripartita per Shangai in Cina.

Accordi segreti o contrabbando – L’allarme è stato dato dagli scaricatori del mercantile che hanno notato l’esplosivo perché era imballato in modo tutt’altro che impeccabile, ma c’è la possibilità che ci sia stata una soffiata alle autorità doganali. Una successiva perquisizione degli agenti ha portato alla scoperta dei missili celati dietro la scritta “fuochi d’artificio”. I missili arti-aerei Patrior sono armi che gli Stati Uniti hanno ceduto solo a paesi alleati. Il mistero che si cela dietro l’imbarcazione per ora non ha soluzione. E’ possibile che ci sia stato chi abbia acquistato i missili per poi rivenderli in uno stato che non ne aveva accesso, o che sia la prova di un accordo che gli Usa vogliono tenere segreto, o infine che ci sia un legame con l’armamento coreano in questo periodo di crisi.

Michela Santini