Home Notizie di Calcio e Calciatori Napoli-Genoa 6-1: gli azzurri battono i liguri a suon di gol

Napoli-Genoa 6-1: gli azzurri battono i liguri a suon di gol

Napoli-Genoa 6-1 – Finisce con un sonoro 6-1 il recupero della 1^ giornata di Serie A disputato al San Paolo tra Napoli e Genoa. Azzurri che impongono la loro legge sin dal primo minuto grazie alle reti di Cavani (doppietta), Hamsik e Pandev. Opera conclusa nella ripresa da Gargano e Zuniga mentre per i rossoblu è Jorquera a segnare il gol della bandiera che servirà soltanto per le statistiche. Partenopei che salgono quindi a quota 24 punti avvicinandosi alla zona Champions mentre proprio il Genoa perde terreno nei confronti delle dirette concorrenti per l’Europa.

Pratica archiviata – Nessuna novità per entrambe le formazioni al fischio d’inizio di Valeri. Parte meglio il Genoa con Caracciolo che supera di forza Campagnaro ma trova De Sanctis pronto sulla conclusione. E’ solo un’illusione per gli ospiti che subito dopo si arrendono ai colpi avversari. Al 12′ è Cavani a portare in vantaggio i partenopei con un gran diagonale in area di rigore. 3′ dopo è il turno di Hamsik che concretizza un contropiede perfetto portato avanti da Pandev. Al 25′ la gara è chiusa: è ancora il macedone a lanciare Cavani tra le linee che supera Frey con un pallonetto di classe. 3-0 e Genoa che cerca di reagire al trauma iniziale. Passano solo pochi minuti infatti e i rossoblu trovano il gol della speranza con Jorquera che insacca con un bel sinistro dal limite. Ma il Napoli non ci sta e prima dell’intervallo ristabilisce le distanze con Pandev autore di uno splendido gol dopo una cavalcata solitaria di 50 metri. Fine del primo tempo sul punteggio di 4-1 per gli azzurri.

Ritorna al gol Gargano – Ripresa che inizia sulla falsa riga della prima frazione di gioco con il Napoli che cerca di dilagare ulteriormente. Dopo pochi secondi Gargano lancia Cavani che sfiora il palo della porta difesa da Frey. Ma è solo il preludio al gol che arriva al 49′ proprio grazie ad un destro di Gargano dal limite dell’area che vale il 5-1 per i padroni di casa. Il Matador però non si accontenta e cerca a tutti i costi la tripletta che però non arriva. A tu per tu con il portiere avversario infatti, l’attaccante uruguagio apre incredibilmente il compasso spedendo la palla sul fondo nello stupore generale. Errore che comunque non condiziona l’andamento della gara visto che i partenopei riescono a trovare ancora la rete nel finale grazie a Zuniga. Liberatosi nella trequarti avversaria, l’esterno colombiano lascia partire un destro che si insacca dopo aver scheggiato la traversa interna. L’arbitro Valeri preferisce non assegnare recupero e dopo 90′ fischia la fine sul punteggio di 6-1.

Giuseppe Carotenuto