Natale in tavola, Veneto: Risotto alle seppie e radicchio

 

 

Natale in tavola, Veneto: Risotto alle seppie e  radicchio – Versatile in  cucina  e poi sano, nutriente, facilmente digeribile il riso è l’alimento base  per oltre la metà della popolazione mondiale. La freschezza delle seppie e il sapore deciso tipico del radicchio ne fanno un sofisticato piatto della tradizione veneta.

Ingredienti e costi – 400 gr di riso Carnaroli, un cespo di radicchio rosso, 400 gr di seppioline molto piccole, 1 sogliola, 2 cipolla, 1 carota, 1 gambo di sedano, 2 cucchiai di olio extravergine, mezzo bicchiere di vino bianco, sale e pepe. Per 6 persone. La  difficoltà è media.

Preparazione – Pulite un cespo di radicchio rosso, eliminate le parti più dure e tagliatelo a pezzetti molto piccoli. Lavateli ed asciugateli perfettamente, tamponandoli con della carta da cucina assorbente. Sciacquate 400 gr di seppioline molto piccole, svuotatele completamente ed eliminate gli occhi e i beccucci al centro dei tentacoli. Preparate un  brodo di pesce lessando per circa 20 minuti una lisca intera di sogliola, in 1.5 l. di acqua, con 1 cipolla, 1 carota e 1 gambo di sedano. A termine filtrate  e salate. Tritate ½  cipolla e fatela appassire in una casseruola con 2 cucchiai d’olio, unite le seppioline e fatele rosolare. Bagnate con ½  bicchiere di vino bianco  e fate cuocere per altri 5 minuti. Versate il riso e fatelo tostare per 1  minuto. Aggiungete il radicchio, un mestolo di brodo caldo e fate cuocere il risotto, aggiungendo man mano altro brodo. Condite con una manciatina abbondante di pepe, regolate di sale, mescolate e servite dopo 1 minuto.

Maria Luisa L. Fortuna