Pagelle Udinese-Juventus: Vidal guerriero, Handanovic attento, Matri nervoso

Pagelle Udinese-Juventus – Udinese e Juventus non vanno oltre lo 0-0 nel match clou del recupero della prima giornata di campionato. Allo stadio Friuli la gara si conclude senza reti, e il risultato di parità sembra andar bene a tutte e due le squadre. La Juve rimane imbattuta e in testa alla classifica, anche se ora è in compagnia del Milan; l’Udinese vede interrompersi la serie di vittorie casalinghe consecutive, ma può essere soddisfatta per aver retto l’urto della squadra di Conte. “Ma questo non è rispettare il calcio, lo sport e la gente – attacca Guidolin a fine gara –. Abbiamo fatto tre finali in cinque giorni e ventuno ore. Preparare in due giorni questa partita è stato complicato, mi ha sorpreso la scelta della difesa a 3 di Conte. Abbiamo retto con grande forza l’impatto della Juventus, nel secondo tempo abbiamo fatto molto bene. Il risultato è positivo, la Juve è la squadra più forte insieme al Milan“. Soddisfatto Conte, che elogia i suoi ragazzi: “Abbiamo dimostrato di essere una vera squadra, sotto tutti i punti di vista. Non è da tutti andare a Udine e fare la partita. Non dimentichiamoci che l’Udinese negli ultimi due anni ci ha preceduto. Sono contento, andiamo avanti e cerchiamo di fare le vacanze nel migliore dei modi“.

UdineseHandanovic 6,5: La migliore difesa del campionato (9 gol subiti in 16 gare) non si costruisce per caso. Il portiere sloveno dimostra grande sicurezza fin dai primi minuti, ma è nel secondo tempo che dà il meglio di sé. A inizio ripresa blocca a due passi dalla linea di porta un colpo di testa ravvicinato di Chiellini; poi, nel finale di gara, respinge d’istinto su conclusione secca di Quagliarella. Ferronetti 6,5, Isla 6,5, Danilo 6, Domizzi 6, Basta 6, Pinzi 6, Armero 6, Asamoah 5,5, Di Natale 5,5, Floro Flores s.v., Abdi 5: Piazzato da Guidolin alle spalle di Di Natale, più che della fase offensiva si preoccupa della copertura su Pirlo, per altro senza grandi risultati. Anche nella ripresa, quando i friulani crescono, non dà grandi notizie di sé, e tutta la manovra offensiva dell’Udinese ne risente (All. Guidolin 6).

JuventusVidal 6,5: Sempre più imprescindibile nel centrocampo della Juve. Primo tempo di grandissimo livello, sradica decine di palloni dai piedi dei centrocampisti friulani facendo ripartire con grande impeto la manovra. Cala, assieme a tutti i suoi compagni, nella seconda parte di gara: strano, visto che domenica scorsa era stato assente per squalifica. Bonucci 6,5, Pepe 6,5, Quagliarella 6,5, Buffon 6, Barzagli 6, Chiellini 6, Lichtsteiner 6, Pirlo 6, Marchisio 6, Estigarribia 5,5, De Ceglie s.v., Del Piero s.v., Matri 5: Partenza discreta, prova a lottare con determinazione per reggere il peso dell’attacco bianconero. Piano piano, però, perde lucidità e si innervosisce, sbagliando anche gli appoggi più banali. Da un paio di settimane a questa parte dà l’impressione di essere in difficoltà: se Quagliarella torna in condizione, potrebbe soffiargli il posto (All. Conte 6).

Pier Francesco Caracciolo