Serie A, Parma-Catania 3-3: emiliani spreconi, gli etnei ringraziano

Parma-Catania 3-3 – Pareggio rocambolesco fra Parma e Catania, che al Tardini se la giocano e danno vita ad un 3-3 che vale assolutamente il prezzo del biglietto. Per due volte in vantaggio, i padroni di casa si fanno recuperare. Colomba, intervistato da Sky, è evidentemente amareggiato: “C’è tanto rammarico, avevamo fatto la bocca alla vittoria. E’ un periodo che non riusciamo a concretizzare molto, commettiamo delle ingenuità e quando è così la Serie A ti punisce“. Montella è invece tutto sommato soddisfatto: “Pareggio meritato frutto anche dell’elevato ritmo e grande possesso palla, però abbiamo avuto le solite diffcoltà a concludere. Abbiamo rischiato di subire la quarta rete ma poi ci ha pensato Catellani a riportarci in partita“.

Doppio vantaggio – La prima frazione di gioco comincia subito con grandi emozioni, tanto che dopo 5′ il Parma è già in vantaggio: cross di Galloppa e Modesto anticipa tutti, insaccando di testa. L’esterno sinistro è protagonista anche al 21′, ma questa volta in negativo: su corner per il Catania, Legrottaglie colpise di testa e Modesto ribatte male, servendo ad Almiron la palla del pareggio. Gli emiliani non si perdono d’animo e si riportano avanti dopo soli due minuti con Biabiany, ben servito in area da Giovinco. A pochi minuti dall’intervallo, arriva quello che potrebbe essere il ko: uno-due fra Floccari e Giovinco, col centravanti che trafigge Andujar.

Recupero – La prima occasione della ripresa se la costruisce Giovinco all’11’: dopo aver saltato un pio di avversari, il picco trequartista cerca il tiro di sinistro che termina però sull’esterno della rete. Al minuto 28′ la svolta del match: il direttore di gara assegna un rigore per fallo di Santacroce su Gomez. Lodi si incarica della battuta e fa 2-3. Al 36′ Montella fa entrare Catellani al posto di Barrientos, un cambio che si rivela azzeccatissimo. Infatti pochi minuti dopo, l’ex centravanti del Sassuolo trova una splendida rete con un destro al volo che non lascia scampo a Mirante e che fissa il risultato sul definitivo 3-3.

Alberto Ducci