Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Nuova scossa di terremoto in Nuova Zelanda, tanta paura ma nessun ferito grave

CONDIVIDI

La terra è tornata a tremare in Nuova Zelanda: a distanza di dieci mesi dal terremoto di magnitudo 6.3 della scala Richter che devastò la città di Christchurch, provocando la morte di ben 182 persone e distruggendo una buona parte della cittadina, si sono registrate due nuove scosse telluriche nella stessa zona del Paese: la prima è stata avvertita alle 13.58 ora locale (01.58 in Italia), di magnitudo 5.3 della scala Richter, mentre quella successiva è avvenuta alle 15.18 ora locale (03.18 in Italia). L’epicentro si è prodotto rispettivamente a 26 e a 16 chilometri da Christchurch. Alcuni esperti di geofisica avevano previsto la possibilità di ripetizione del fenomeno entro 12 mesi dal precdente terremoto.

Paura ma pochi danni – la scossa, registrata ad una profondità di 4 km secondo i rilievi del Servizio geologico degli USA (Usgs), non ha causato danni materiali di particolare entità, ne’ vittime: soltanto una persona è rimasta ferita e altre 18 sono state soccorse per attacchi di panico. Come misura precauzionale le autorità neozelandesi hanno deciso di chiudere l’aeroporto internazionale così come i centri commerciali. Si sono rilevate inoltre alcune interruzioni di corrente elettrica, mentre due palazzi, disabitati e già gravemente danneggiati dal precdente terremoto, sono crollati definitivamente. Si è creata tuttavia molta tensione sia tra le istituzioni, che tra la popolazione: si teme infatti che lo sciame sismico che ha investito in questo periodo l’Isola Meridionale neozelandese possa nuovamente scaturire in un movimento tellurico di forte intensità.

Tommaso Palmieri