Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Ucraina, processo Tymoshenko: Corte d’Appello conferma la condanna a sette anni

Ucraina, processo Tymoshenko: Corte d’Appello conferma la condanna a sette anni

Condanna confermata per l’ex premier ucraino Yulia Tymoshenko, accusata di aver acconsentito alla sottoscrizione di un accordo relativo a una fornitura di gas proveniente dalla Russia, a condizioni economiche nettamente sfavorevoli per l’Ucraina.
I giudici della Corte d’Appello della città di Pechersk hanno ribadito quanto deciso in primo grado: la Tymoshenko deve scontare sette anni di reclusione per abuso d’ufficio.
Da parte sua, colei che fu tra i simboli della Rivoluzione Arancione che contrassegnò gli ultimi mesi del 2004 dell’Ucraina, ha sempre sostenuto la propria innocenza e dichiarandosi vittima di un complotto, atto a estrometterla definitivamente dalla scena politica del paese.

Sdegno – Alla vigilia della sentenza di secondo grado, l’imputata aveva fatto sapere: “Guardando da dietro le sbarre del penitenziario di Lukyanovsky lo spettacolo orrendo, insensato e assurdo che questo processo è diventato, ho deciso di astenermi da ogni ulteriore partecipazione a una simile vergogna. L’Ucraina moderna non ha né un sistema giudiziario, né giustizia. E’ totalmente inutile perseguire verità e giustizia nelle aule di tribunale ucraine”.
Parole di sconforto e sdegno che però non le sono valse l’assoluzione. Anzi, a carico dell’ex primo ministro vi sono altre tre accuse: truffa aggravata ai danni dello Stato, concorso in omicidio ed evasione fiscale.

S. O.