Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Casini e Rutelli da Monti: Pieno sostegno al governo

Casini e Rutelli da Monti: Pieno sostegno al governo

Dopo Angelino Alfano, a varcare ieri la soglia di palazzo Chigi sono stati Pier Ferdinando Casini e Francesco Rutelli. Il presidente del Consiglio, Mario Monti, ha incontrato (separatamente) i due terzopolisti per aggiornarli sui “buoni propositi” per il 2012 che sta per partire. Dal canto loro, i due leader hanno confermato il loro pieno sostegno all’esecutivo, ponendo l’accento sulla necessità di proseguire lungo la strada della proficua collaborazione.

“L’Udc non ha nessuna richiesta da fare al presidente del Consiglio: va solo assecondato e aiutato”. Sono queste le prime parole consegnate ai giornalisti dal numero uno dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, uscendo dal faccia a faccia avuto col premier Monti. “Abbiamo parlato delle questioni internazionali – ha precisato il centrista – del problema delle liberalizzazioni e del rilancio dell’economia. Oggi è il momento di aiutare Monti, perché aiutare questo governo significa aiutare gli italiani”.

“Nessuno ha la bacchetta magica – ha aggiunto Casini – e proprio per questo si richiede un supplemento di serietà e di responsabilità ai partiti, per non creare intralci ma trovare soluzioni”. Porte aperte – a palazzo Chigi – anche al leader di Api, Francesco Rutelli.”Al di là degli incontri pubblici di questi giorni – ha detto l’ex sindaco di Roma – Monti ascolta continuamente i leader e fa bene a farlo.C’è la nostra piena e convinta adesione alle politiche che sta portando avanti”. E il suo commento sulla reazione dei mercati, che non sembrano premiare la manovra dei professori italiani? “Monti sta dimostrando all’Europa che l’Italia sta facendo i compiti a casa – ha osservato Rutelli – e li sta facendo bene”.

Maria Saporito