Home Spettacolo Centovetrine chiude i battenti: disappunto tra i lavoratori

Centovetrine chiude i battenti: disappunto tra i lavoratori

Centovetrine chiude – Dopo undici anni di ottimi ascolti ed alto gradimento da parte del pubblico, arriva alla conclusione la celebre soap di Canale 5 “Centovetrine”. Il tutto naturalmente tra le proteste dei lavoratori che non si danno pace visto che la serie faceva registrare ascolti più alti di “Beautiful”. “Sarà un Natale amaro per tutti noi che lavoriamo a Centovetrine e questo grazie a Mediaset che ha deciso di chiudere la produzione della soap – si legge in una lettera scritta dai lavoratori -. Dieci giorni fa avevamo inviato a Pier Silvio Berlusconi una lettera nella quale chiedevamo di fare chiarimento sulle voci di chiusura che si erano susseguite sui giornali ma la risposta è arrivata solo ieri e i contratti in scadenza oggi non sono stati rinnovati“.

Onorata carriera – “Centovetrine” era la soap di Canale 5 in onda sul piccolo schermo dal 2001 e ha raccontato le vicende delle famiglie Ferri, Grimani Castelli e Della Rocca che si sono alternate al timone del centro commerciale al centro delle loro storie. Nata dalle ceneri di “Vivere” e dopo 2.500 puntate la serie chiude i battenti, nonostante fosse quotidianamente premiata dagli ascolti e rappresentasse, secondo quanto affermato da Pier Silvio Berlusconi non più tardi di un anno fa, il fiore all’occhiello dell’industria televisiva italiana. Eppure già due anni fa, in tempi non sospetti, “erano stati ridotti i costi del 30%, sacrificando molte riprese in esterna ma, nonostante questo, Centovetrine ha sempre mantenuto ottimi ascolti“, denunciano i circa 300 lavoratori in difficoltà dalle pagine di Corriere.it.

R. A.