Morto Sergio Buso, ex portiere e vice di Donadoni

Morto Sergio Buso – Si è spento all’età di 61 anni Sergio Buso, ex portiere del Bologna e del Cagliari e di recente visto all’opera con Roberto Donadoni, sia come vice al Napoli che alla nazionale. Nato a Padova nel 1950 si è arreso ad una forma di leucemia che da diversi anni lo aveva messo in ginocchio e costretto a diverse cure di chemio. Prima di fare il secondo di Donadoni, occupazione che comunque gli ha dato maggior notorietà tra i più giovani, allenò il Bologna nel 1999 e la Fiorentina nella stagione 2004/05, nel periodo di rinascita della società dei Della Valle. Da giocatore, nel suo palmares, inserì la Coppa Italia del 1973/74 con la maglia del Bologna.

Il dolore del calcio – Al cordoglio per le condoglianze si è unito, inevitabilmente, il presidente del Bologna Albano Guaraldi, che insieme con i dirigenti e i giocatori si è unito al dolore della famiglia di Sergio Buso: “Ne rimpiangeremo l’animo gentile, l’eleganza, l’ironia e una sconfinata conoscenza del calcio” si legge sul sito ufficiale dei felsinei. Aveva iniziato a 18 anni la sua carriera da portiere vestendo le maglie di diverse squadre, ma fu proprio in Emilia che lasciò il ricordo più importante, sia per la Coppa Italia che per la qualità morale dimostrata: a Cagliari lo ricordano con egual affetto, senza dimenticare le esperienze nel Mantova e nella Lucchese, squadra nella quale chiuse la propria carriera nel 1987.

Stroncato dalla leucemia – Se n’è andato alla vigilia di Natale Sergio Buso, dopo una lotta lunga che lo ha distrutto e nell’ultimo mese consumato. Non lo ha aiutato l’età contro quel tumore al sangue che distrugge l’organismo umano. Lo chiamavano il Tecnico gentiluomo e domani a Taranto saranno celebrati i funerali per ricordarlo nel migliore dei modi.

Mario Petillo