Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Natale sulla torre, continua la protesta

Natale sulla torre, continua la protesta

Cenone della vigilia e pranzo di Natale – Non hanno voluto rinunciare alla loro protesta neanche nei giorni delle festività, i tre dipendenti della Servirail che dal 9 di dicembre sono saliti su una torre alla fine dei binari della Stazione Centrale di Milano, sospesi a 10 metri di altezza per protestare contro la soppressione dei treni notturni, che causerà il licenziamento degli 800 dipendenti della Servirail, la società che ha preso il posto della Wagon Lits.

I familiari sotto la torre – Alla base della torre nella quale si sta svolgendo la protesta, i familiari di Oliviero, Giuseppe e Carmine, i protagonisti di questa vicenda, si sono organizzati con fornelli a gas per cucinare e far avere loro il cibo attraverso una cesta che poi viene issata per i 10 metri di altezza, per non farli sentire soli e per cercare di dare loro una parvenza di normalità.

Ricollocamento entro 24 mesi – Le Ferrovie dello Stato si sono impegnate a ricollocare tutti di dipendenti della Servirail entro 24 mesi dalla sospensione dei treni notturni, ma loro non ci stanno perché stare a casa per due anni significa non poter dare sostentamento alle proprie famiglie e nessun supermercato accetterà mai di far fare loro la spesa accettando di farli pagare dopo 24 mesi. Tutti i ferrovieri dimostrano loro solidarietà suonando la sirena dei treni ogni volta che passano sotto la torre e loro rispondono fischiando e salutando, e forse sentendosi un po’ meno soli e abbandonati.

Marta Lock