Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Tremonti verso la Lega?

Tremonti verso la Lega?

Sta diventando il “giallo” politico di fine anno. Da quando l’ex ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, ha ceduto il posto a Corrado Passera e centellinato le sue apparizioni pubbliche, l’alone di mistero intorno alla sua figura si è infittito sempre più. Stando a quanto annunciato da Umberto Bossi, il pidiellino sarebbe in procinto di lasciare il partito del Cavaliere per passare alla Lega, ma sull’argomento il diretto interessato ha finora glissato, assicurando di non avere alcun nuovo progetto politico in cantiere.

Bossi chiama Giulio – Cosa farà Giulio Tremonti da grande? La domanda rimbalza da qualche giorno nei corridoi delle segreterie partitiche, animando un cancan di “si dice” e “sembra” destinato a incrementare la confusione. Il leader del Carroccio, Umberto Bossi, è certo che l’amico Giulio lascerà presto la squadra del Cavaliere per indossare la camicia verde, coronando quell’intesa intrecciata negli anni trascorsi gomito a gomito all’interno dell’ex governo.

La smentita di Tremonti – Di certo lo scorso 24 dicembre, lo stesso ex ministro dei conti pubblici è stato avvistato in via Bellerio a Milano, mentre oltrepassava la soglia della segreteria della Lega. Un incontro privato, nel corso del quale Tremonti avrebbe consegnato al Senatur il suo regalo di Natale: un pregiato libro antico con il quale impreziosire i giorni di stop lavorativo. Nulla di vincolante politicamente, insomma, come confermato dallo stesso Tremonti in un’asciutta dichiarazione rilasciata lo stesso giorno: “Non ho alcun progetto politico. Sono qui a casa, ingessato. Leggo e scrivo soltanto”.

Bordata o verità? – Ma è davvero così? In molti fanno fatica a comprendere se nell’annuncio dato qualche giorno fa da Umberto Bossi (“Tremonti entrerà nel Carroccio”) possa essere rintracciato qualcosa di veritiero o debba, piuttosto, essere letta l’ennesima “bordata” del leghista, volta a sparigliare ulteriormente le carte. In attesa di sviluppi “illuminati”, i più solerti hanno già detto la loro sul fanta-passaggio di Tremonti al Carroccio: “Spero che Tremonti non passi alla Lega – ha giocato d’anticipo Ignazio La Russa – anche se qualcuno ne sarebbe contento. Lui ha avuto le sue responsabilità ma sarebbe sempre una risorsa per il partito”.

Maria Saporito